Napoli Football Guide: i luoghi della città nel pallone, dall’Ascarelli ai murales di Maradona

Gli autori Alberto Facchinetti, Enzo Palladini e Jvan Sica raccontano Napoli e il suo rapporto religioso con il calcio, luogo per luogo, storia per storia, suggestione dopo suggestione.

Napoli Football Guide: i luoghi della città nel pallone, dall’Ascarelli ai murales di Maradona

Una collana che racconta le città nel pallone

Un libro che racchiude un mondo. Il pallone a Napoli è religione, passione bruciante ma pure un pianeta da esplorare, fatto di luoghi e di storie che non si esauriscono al San Paolo nello spazio di una partita. Si lega a questa convinzione Napoli Football Guide, libro scritto da Alberto Facchinetti, Enzo Palladini e Jvan Sica, nuovo volume della collana Football City Guides ideata e realizzata da Edizioni inContropiede (13,50 euro, 139 pagine). Dopo Zagabria e Lisbona, il racconto delle città europee attraverso il calcio fa dunque rotta sull’Italia.

La guida si candida ad essere un testo base per chi vuole entrare in contatto con l’anima calcistica di Napoli. Una sorta di bignamino per i neofiti, un navigatore per il turista appassionato, che però pagina dopo pagina finisce per attrarre anche chi l’universo pallonaro della metropoli partenopea lo conosce bene miscelando storie, racconti, ricordi e aneddoti.

Il viaggio comincia dagli stadi. Dal San Paolo, che negli anni Ottanta fu vicino al cambio di nome, al Collana, arena del Vomero costruita su un terreno “molto fertile – si legge – in cui crescevano meravigliosi alberi di ciliegio e albicocche” fino all’Ascarelli.

Maradona, siciliano, dizionario

Poi c’è il culto di Maradona. Accanto ai cenni sulle gesta (il gol su punizione alla Juve nel 1985) scorrono le prove che ne certificano la trasfigurazione da campione a leggenda, impronte lasciate sulla città capaci di delineare percorsi che portano il turista tra i murales dei Quartieri Spagnoli e di San Giovanni a Teduccio e nelle vie del centro storico. Sfogliando le pagine spuntano pure gli indirizzi maradoniani: la casa di via Scipione Capece; il campo di calcetto al Virgilio Club dove giocava con gli amici; i locali dove andava a cena.

Il pezzo forte sono le curiosità. La mappa del tifo ultras, le liste con le undici cose da sapere sulla città e sul calcio a Napoli, un profilo del professor Bruno Siciliano, uno dei massimi esperti al mondo di robotica innamorato del suo Napoli, le pizzerie e i ristoranti frequentati da Hamsik e compagni, i luoghi della festa e viale Italo Allodi a Forcella.

Una chicca il dizionario calcistico-partenopeo. Tra i vocaboli da conoscere ecco la “mutanda” (il tunnel), la “malatia” (un numero da circo con il pallone) e la “cagliosa” (il tiro violento). Parole che il turista potrebbe ascoltare al San Paolo. Oppure nelle partitelle tra ragazzini nei campi di strada sparsi in città. Tutti segnalati nella guida.

ilnapolista © riproduzione riservata