Higuain: «Tutti hanno problemi con De Laurentiis, ma a Napoli insultano gli altri. La Juve mi ha cacciato»

Intervista alla Gazzetta: «Un gior­no racconterò quello che pen­so, ora non posso. Alla Juventus non ho chiesto io di andar via»

Higuain: «Tutti hanno problemi con De Laurentiis, ma a Napoli insultano gli altri. La Juve mi ha cacciato»

La Gazzetta

Lunga intervista a Gonzalo Higuain sulla Gazzetta dello Sport. Tema principale: il derby di Milano. Ma ovviamente si parla anche di Napoli, e di Juventus. La domanda è sui tifosi del Napoli che lo odiano e sull’elenco di persone che non si è lasciato bene con De Laurentiis. Lui risponde così:

No ma è colpa di tutti noi, non sua… Lavezzi si è lasciato male, Cavani idem, con Sarri in pan­china è stato contattato un al­tro allenatore, e con me si è preso 94 milioni (90, ndr). Tutti hanno problemi con lui e la gente insulta gli altri. Io con i tifosi del Napoli non ho nulla da dire di negativo, sono stati tre anni bellissimi. Mi hanno amato e ora mi odiano. Un gior­no racconterò quello che pen­so, ora non posso.

Dice che il tecnico con cui si è trovato meglio in carriera «è stato senz’altro Sarri. È quello che mi ha fatto esprimere al meglio e Gattuso gli somiglia molto: ha una voglia matta di vincere che a me piace da morire».

Juventus

Poi si parla di Juve, si parte dalla finale di Coppa Italia che lui vide dalla panchina (entro all’83esimo sul 4-0).
«Dentro di me quel giorno ho avuto la sensa­zione che sì, for­se sapevo che si era rotto qual­cosa. E poi hanno preso Ronal­do. La decisione di andare via non è mia. Ho dato tutto per la Juve, ho vinto diversi titoli, do­po di che è arrivato Cristiano, il club voleva fare un salto di qua­lità e mi hanno detto che non potevo restare e che stavano provando a cercare una soluzione. La soluzione migliore è stata il Milan».

«Non ho sentimenti di rivalsa, il mio è un sentimento di affetto perché mi han­no trattato benissimo. Compa­gni e tifoseria mi hanno dato un affetto enorme. Però non ho chiesto io di andare via. Prati­camente, lo dicono tutti, mi hanno cacciato. Al Milan ho avuto da subito un amore gran­dissimo e così mi hanno con­ vinto».

ilnapolista © riproduzione riservata