Allan: «Firenze difficile da dimenticare. Ancelotti è un grande, ma non è facile cambiare dopo tre anni»

Il brasiliano alla presentazione dell’accordo commerciale tra il Napoli e la Hankook. Presente anche il numero uno del marketing Formisano

Allan: «Firenze difficile da dimenticare. Ancelotti è un grande, ma non è facile cambiare dopo tre anni»
Allan (Carlo Hermann / Kontrolab)

A Castel Volturno c’è stata la conferenza stampa di presentazione del nuovo sponsor Hankook Pneumatici. Hanno partecipato il direttore del marketing del Napoli Alessandro Formisano, l’ad di Hankook Carlo Citarella.

Si parte da Allan. Il brasiliano ha parlato della sconfitta contro la Sampdoria: «Abbiamo sbagliato l’approccio, è mancata la cattiveria. Ci siamo parlati in queste due settimane, non vogliamo commettere gli stessi errori. Sabato vogliamo giocare una grande partita».

Il pubblico e il San Paolo

«I tifosi sono sempre stato il nostro uomo in più, come nella partita contro il Milan. Ci aiutarono molto. Non parliamo molto di queste cose nello spogliatoio, riguardano la società. Noi pensiamo al campo e speriamo che i tifosi possano darci sempre una mano

«Negli ultimi tre anni siamo sempre migliorati, lo scorso anno abbiamo sbagliato pochissimo. Pochissimo eppure ci è costato la stagione. Non dobbiamo ripetere gli stessi errori, dobbiamo pensare di poter vincere sempre.

Fiorentina

«C’è voglia di rivincita. Quella gara è difficile da dimenticare, poteva valere lo scudetto.

«Sto bene sia nel centrocampo a tre sia nel centrocampo a due.

«Penso di finire qua il mio contratto e magari allungarlo ancora di più. Così come spero di vincere trofei per entrare nella storia del club. Questa squadra è un punto di arrivo, non è un trampolino per altre piazze. Sono arrivato al punto più alto della mia carriera e spero di arrivare ancora più in alto».

Il rapporto con Ancelotti

«Ancelotti ha vinto ovunque, è una persona stupenda. Stiamo cercando di imparare il più in fretta possibile. Non è facile cambiare allenatore dopo tre anni».

Allan e le sei reti subite in tre gare: “È un dato che non ci piace tanto, come dicevo queste settimane ci sono servite per parlare di queste cose. Speriamo che da sabato saremo una squadra più compatta, difendendo meglio di quanto fatto prima”.

Formisano

«Il Napoli ha sempre un approccio qualitativo dal punto di vista commerciale. L’accordo Hankook conferma la nostra capacità di fare bene e apre anche ad altri investitori orientali. Un accordo coerente con le strategie di marketing del Napoli, strategie sepre improntata alla ricerca dell’eccellenza e della qualità. Ci sono molti punti in comune tra Hankook e il Napoli».

Sulla fuga del pubblico dal San Paolo, dice: «I conti si fanno alla fine. Negli ultimi anni il San Paolo è sempre lo stadio che si è riempito di più rispetto alla propria capienza. Nelle ultime settimane questo confronto con la pubblica amministrazione non ha aiutato, ma bisogna guardare anche i dati di ascolto delle tv. Quei dati confermano che siamo sempre al secondo posto in tema di visibilità tra i club italiani».

Citarella, ad di Hankook 

«Non è stato difficile trovare un accordo, condividiamo molti valori. Napoli è una piazza molto passionale, ci tenevamo a chiudere questo accordo. Non escludiamo che in futuro possa esserci anche il nostro logo sulla maglia. Pensiamo che la passione dei tifosi e della piazza del Napoli possa portare un ritorno commerciale più veloce».

ilnapolista © riproduzione riservata