L’improvvisa passione di Tuttosport per il ciclismo: celebra Nibali, oscura la Juventus

L’apertura dedicata allo Squalo trionfante a Sanremo, la Juventus che pareggia relegata in taglio alto. Quando Nibali vinse il Tour, ebbe solo un riquadro in prima pagina

L’improvvisa passione di Tuttosport per il ciclismo: celebra Nibali, oscura la Juventus

In prima pagina

È tutto giusto. Anzi, è tutto meritato. Vincenzo Nibali è un fenomeno, e per chi non mastica di ciclismo basta riportare un dato: un italiano non vinceva la Milano-Sanremo, la classica di primavera, dal 2006. Il secondo digiuno più lungo di sempre, dopo quello 1953-1970. Per chi invece il ciclismo lo mastica, non c’è nulla da spiegare. Lo scatto sul Poggio e giù in picchiata, come solo i grandi sanno fare. Fino a quel ghigno beffardo sul traguardo, col gruppo alle ruote. Insomma, l’impresa dello Squalo di Messina è davvero un’impresa e merita la prima pagina di qualsiasi quotidiano sportivo. Che sia GazzettaCorriere dello SportTuttosport e chi più ne ha, più ne metta.

Detto questo, abbiamo sorriso quando proprio Tuttosport, ieri sera, ha mostrato la prima pagina di oggi, domenica 18 marzo 2018. Con Vincenzo Nibali che esulta, dopo la sua meravigliosa vittoria. E la Juventus in taglio alto, che «prende fiato» a casa di una «super Spal». E niente, ci è piaciuto pensare che il quotidiano torinese, dopo qualche tempo e proprio oggi, abbia iniziato a riavvicinarsi agli altri sport. Ci è piaciuto pensare che – finalmente e giustamente – anche una disciplina antica e nobile e italiana come il ciclismo possa invadere le prime pagine. E, soprattutto, ci è piaciuto pensare a cosa sarebbe successo se al Paolo Mazza di Ferrara, stadio piccolo, accogliente e non discriminatorio, la Juventus avesse fatto un sol boccone della Spal. Di certo, Tuttosport avrebbe scelto comunque di aprire con Nibali. Con lo Squalo, con la Milano-Sanremo. Un improvviso cambio di rotta e politica editoriale che merita applausi a scena aperta, almeno secondo noi. Viva lo sport.

Quando vinse il Tour

p.s. come riportato su Twitter dal giornalista Stefano Tamburini, guardate come Tuttosport pubblicò la notizia di Nibali che vinse il Tour de France.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. giancarlo percuoco 18 marzo 2018, 18:45

    sono soltanto io che ci vedo convergenze tra il ciclismo e la Juventus?

  2. Stefano Valanzuolo 18 marzo 2018, 14:29

    Tuttosport sta alla squadra a strisce come Sport Sud stava al Napoli. Solo che Sport Sud era divertente e dichiarato, mentre questi, che sono semianalfabeti a cominciare dal vertice, si atteggiano pure a giornale nazionale e colto…

  3. Francesco Sisto 18 marzo 2018, 12:55

    Vabbè, ma stiamo ancora a discutere di tuttosport??
    Pensiamo a scendere in campo determinati e affamati

  4. Come dalla Gazzetta dello Sport si da al ciclismo, daltronde perchè è chiamata la Rosea in omaggio alla maglia Rosa del ciclismo italiano .Quando ho visto la foto del Campione Nibali, ho pensato stanno celebrando la Juve allo scatto di vittoria che ha fatto aFerrara, ma poi ho pensato ma hanno pareggiato. Sono “geniali” a Tuttosport. Tuttosport, oscura la Juve a comodo e parla di ciclismo, daltronde si chiama Tuttosport e sport è anche ciclismo, calcio, palla a nuoto e bocce ecco termine ultimo adatto a Tuttosport si diano alle bocce. Fanno figure di m@@a colossali da ULTRA’ incalliti e manco imparano dai propri errori, che “meravigliosa” redazione, che giornalisti, che direttori…. NIBALI, quando vinse il Tour niente li Tuttosport è a fare l’ULTRA’ bianconero, nun ‘o pensaron proprio mo ‘o pensan siete dei “genii”.

  5. Da notare il “prende fiato”. E prende fiato durante una partita, con davanti una sosta in cui la maggioranza dei suoi giocatori, come sempre, avrà magicamente problemi fisici e non verrà convocata in nazionale?
    Piuttosto diciamo che ruttosporc parla per far prendere “fiato” alla bocca.

    • Strano, infortuni prima della nazionale…si riprenderà Chiellini. In altre Federazioni li fanno saltare la prossima partita di Campionato, resta a curarti se hai la bua. Ricordate Insigne? lo zelante Coandee…uno squalificato che dava lezioni di morali.

Comments are closed.