Il Napoli di Benitez comincia da cinque (a uno)

Prima uscita ufficiale del Napoli di Benitez. Amichevole contro il Feralpi Salò, squadra non proprio materasso visto che milita in Lega Pro prima divisione (la vecchia, cara, C1), allenato da Beppe Scienza. Il Napoli ha vinto 5-1. Due le squadre in campo, entrambe schierate col 4-2-3-1.
Nel primo tempo Benitez ha schierato Rafael; Zuniga, Cannavaro, Britos, Armero; Behrami, Inler; Callejon, Hamsik, Insigne; Calaiò. Questi undici giocatori hanno vinto 4-0, con doppietta di Calaiò (il primo su colpo di testa da calcio d’angolo, il secondo tap-in a porta vuota su smanacciata del portiere a un tentativo di pallonetto di Pandev), gol di Bariti (tap-in su cross di Behrami) e Dzemaili (tiro dal limite dell’area sul primo palo, più come uno dei tre al Torino), Sugli scudi Lorenzo Insigne. E Benitez in panchina alle prese con foglietti e occhiali.
Nella ripresa squadra rivoluzionata. In campo Colombo; Mesto, Fernandez, Britos, Armero; Radosevic, Inler; Callejon, Hamsik, Vitale; Novothny. Questi undici hanno pareggiato 1-1 col Feralpi Salò. Subito un’indecisione di Colombo e Fernandez regala un rigore che viene trasformato da Pinardi. Napoli meno brillante. Sul finire, gol di Novothny che riprende una respinta su tiro di Hamsik servito da Tutino.
De Santis non è stato utilizzato. Il portiere è quasi della Roma. Mentre il Napoli, dopo aver visto sfumare Julio Cesar, sembra aver virato con decisione su Reina, ex Liverpool.
A fine partita, Benitez ha così commentato sul profilo twitter della società: “Esordio positivo per questa prima partita. In campo abbiamo fatto le cose che volevamo, le cose per cui ci siamo allenati in settimana”.

ilnapolista © riproduzione riservata