Napoli-Roma 1-1, questa sera mi pare tutto una schifezza

La cronaca del tifoso di Napoli-Roma. Novanta minuti e un milione e mezzo di occasioni per buttarne una dentro. Partita recuperata ma il risultato resta bugiardo.

Napoli-Roma 1-1, questa sera mi pare tutto una schifezza
Foto AS Roma

Ieri un altro scuorno generato da Calvarentus e dal VAR spento come da metà scorso campionato e, sebbene la sensazione è quella che ci stanno facenno passa’ ‘o genio, noi siamo qui, pronti a incitare i nostri ragazzi a portare avanti un’impresa che sembra sempre più titanica. Intanto stasera torna Milik dal primo minuto. Forza Guagliu’ fai vedere che meriti quella maglia da prima punta.

Si parte senza VAR ma a occhio cambia poco

Minuto 0’ –           Ecco qua, abbiamo detto che per tanto tempo il VAR è stato spento, stasera l’hanno spento davvero.

Minuto 4’ –           Insigne che preferisce darla a Fabian piuttosto che a Marek sembra quantomeno un indizio.

Minuto 7’ –           Fabian tra i birilli! Ne ha assettati almeno cinque e Manolas ci ha dovuto mettere una pezza facendomi annozzare l’esultanza in canna.

Minuto 12’ –        S’è appicciato ‘o VAR. Peccato che invece ieri ad Empoli non sono riusciti a risolvere il problema tecnico.

Minuto 14’ –        Due buchi in difesa uno appresso all’altro e questo è il risultato. El Shaarawy la fa carambolare dentro. Un quarto d’ora e siamo sotto. Ma porca di una stramaledettissima straporca.

Minuto 18’ –        Che fiondata di Armadius! Peccato che noi per farne uno ci dobbiamo provare una decina di volte mentre gli altri la buttano dentro alla prima occasione.

Ma scusate, il VAR non l’avevano acceso?

Minuto 20’ –         E questo non è rigore? Dopo quello dato a Dybala questo ne vale almeno due di rigori.

Minuto 23’ –        Li stiamo scamazzando nella loro area ma non siamo cacchi di ingarrare la porta in nessuna maniera.

Minuto 27’ –        Quanti tiri abbiamo fatto fino a mo? Duecento? E solo uno in porta. E mo pure Calleti la butta fuori.

Minuto 32’ –        Millecinquecento tiri, settecentoventuno rimpalli e manco ‘nu poco ‘e ciorta pe ‘a fa’ trasi’.

Minuto 35’ –         Mamma mia belle, stasera ce la giochiamo sulla linea di porta. E meno male che Ospina è uscito e che Albiol si è messo al posto giusto.

Minuto 39’ –        Lorenzo stasera tene ‘e scarpe scivolose. Nun riesce a tenersi la palla vicino in nessuna maniera.

Minuto 42’ –        Niente, non si riesce a piglia’ lo specchio della porta manco coi tiri da fuori di Lorenzo. E dire che l’aveva messa dritta per dritta senza farla girare…

Minuto 44’ –        Ma da quand’è che i passaggi filtranti si chiamano tracce? Ma che so’, compiti in classe?

Minuto 46’ –        Fino all’ultimo secondo del recupero arriviamo in ritardo sottoporta. Carlo, mo che scendete negli spogliatoi digliene tu quattro. Ma pure otto, sedici e trentadue.

Minuto 47’ –        Stasera non funziona manco il callorenzo. O meglio, quello ha funzionato pure ma la palla non riesce ad arrivare ad Armadius.

Minuto 48’ –        Allan, come diceva la pubblicità, la potenza è nulla senza controllo. Devi ingarrare la porta porca miseria!

Ma mannaggia la ciorta infame

Minuto 52’ –         È mai possibile che non passa una palla pulita?

Minuto 56’ –        Siamo sicuri che sia una cosa buona far portare palla a Kalidou?

Minuto 60’ –        A quanti calci d’angolo regalano la bambolina? Ma che sanghe d’o diavolo.

Minuto 63’ –        Allan, pure se stasera ha sbagliato un cuofano di appoggi, ancora una volta,  è ‘o rré d’e recuperi.

Minuto 65’ –        Ma come sacripante è possibile ingarrare la porta solo due volte su cinquantasette tentativi?

Minuto 69’ –        Questi si stanno difendendo in undici come un Chievo qualunque. Forse perciò s’hanno miso ‘sta maglia gialla ‘ncuollo.

Minuto 71’ –        No vabbè. Se Lorenzo sbaglia pure ‘sta palla d’oro di Mertens, vuol dire che non è proprio serata.

E stasera siamo stati più tempo in fuorigioco che in mezzo al campo

Minuto 74’ –        ‘Sta benedetta porta stasera è stregata.

Minuto 79’ –        Lore’ t’hanno cagnato ‘e scarpe? Tieni la mutanda stretta? Fammi capi’ perché non è possibile che non ingarri la porta indistintamente da tutte le posizioni.

Minuto 82’ –        Ma chisto si diverte assaje ad alzare ‘sta cazz’ ‘e bandierina eh?

Minuto 85’ –        Pe’ ‘na vota che quello non aveva sbandierato Calleti coglie il portiere. Vi’ che partita ‘mpestata

Minuto 88’ –        A due minuti dal termine la Roma batte il secondo calcio d’angolo. Purtroppo,  come dice il mister, l’unica statistica che interessa è quella dei gol fatti e gol subiti.

Minuto 90’ –        Novanta minuti e un milione e mezzo di occasioni per buttarne una dentro. Partita recuperata ma il risultato resta bugiardo.

Minuto 94’ –        E niente. Teneva ragione Mazzarri. La Champions ti leva fino a dieci punti. A meno che non ti arriva l’aiutino al momento giusto. Ma noi non siamo quelli degli aiutini. Anzi. E intanto abbiamo pareggiato la prima partita del campionato e scivoliamo a meno sei. Probabilmente perché da un lato i rigori si fischiano con una certa semplicità e da quest’altro lato bisogna che ci sparino per averne uno. Il campionato è ancora lungo ma, guardando quello che succede sugli altri campi, meglio non metterci troppe speranze.

#forzanapolisempre

 

ilnapolista © riproduzione riservata