Repubblica: Hamsik resta a Napoli, ma la tentazione cinese è ancora forte…

Secondo il quotidiano napoletano, la querelle sul possibile addio di Hamsik non è ancora finita. Termine ultimo: 9 luglio, giorno del raduno.

Repubblica: Hamsik resta a Napoli, ma la tentazione cinese è ancora forte…

Possibilità in aumento

Tutti i giornali in edicola oggi parlano di Napoli e parlano di Hamsik, della “scelta” del capitano di rimanere azzurro. In realtà la situazione è leggermente diversa, perché tutto si riduce e si ridurrà ad essere una questione di tempo. Fino al 9 luglio, fino al raduno per il ritiro di Dimaro, la posizione di Marek è ancora in bilico. Dopo le parole di De Laurentiis e le notizie degli ultimi giorni sulla sua permanenza, sono solo un po’ cambiate le percentuali tra permanenza ed addio. Ma si aspettano ancora segnali – che possono essere diversi – dalla Cina.

Lo scrive Repubblica Napoli, in maniera abbastanza chiara: «Hamsik sta prendendo in considerazione l’ipotesi di restare anche se le perplessità sul muro eretto del club azzurro restano. Il giocatore pensava ad un addio doloroso dopo una lunga militanza nel club. Il Napoli, dal canto suo, ha deciso di non fare sconti a nessuno. La considerazione è semplice: se l’offerta d’ingaggio è a doppia cifra (11 milioni di euro), il valore di Hamsik deve essere necessariamente elevato anche perché la cifra incassata sarebbe investita in un nuovo centrocampista (Lobotka del Celta Vigo è attualmente in stand-by). L’obiettivo è quello evitare un braccio di ferro con la società. Difficilmente si metterà di traverso come già accaduto quando Milan e Juventus provarono a soffiarlo a De Laurentiis. Telenovela chiusa? Non ancora. Perché un eventuale rilancio renderebbe meno granitica la scelta di rimanere ancora nel Napoli».

Le testimonianza degli amici

Repubblica scrive anche che gli amici di Castel Volturno «non giurano al cento per cento sulla riconferma. Perché la tentazione è forte e Marek ci ha pensato diversi mesi prima di palesarla al presidente».

Da qui il termine temporale del ritiro o quantomeno del raduno, una sorta di breaking event che chiarirà – a Marek – quali sono le intenzioni di chi lo cerca. Le intenzioni di Ancelotti sembrano chiare: «La telefonata del nuovo tecnico è arrivata, Carlo gli ha ribadito la sua importanza all’interno del progetto Napoli». Vedremo se basterà.

ilnapolista © riproduzione riservata