Liverpool-Roma, due tifosi giallorossi arrestati per tentato omicidio: grave un 52enne inglese

La Gazzetta parla di accoltellamento, dall’Inghilterra scrivono di un colpo alla testa. Un vero e proprio blitz a uno dei pub simbolo della tifoseria del Liverpool.

Liverpool-Roma, due tifosi giallorossi arrestati per tentato omicidio: grave un 52enne inglese
Il pub assaltato, a due passi dalla Kop

L’articolo della Gazzetta

Brutte notizie da Liverpool, teatro ieri sera di una delle più belle partite di Champions degli ultimi anni. Ci sono stati degli scontri tra i tifosi di casa ed alcuni supporter della Roma, circa «un’ottantina di ultrà», come scritto dalla Gazzetta dello Sport che cita fonti di polizia locali. Gli italiani avrebbero preparato «un vero e proprio blitz organizzato, davanti all’Albert Pub, la casa dei
tifosi del Liverpool, ritrovo abituale per la consueta birra prima dell’ingresso nella vicina Kop». Il gruppo, incappucciato ed armati di cinghie, avrebbero assaltato i tifosi locali.

Scontri molto gravi, sia la Gazzetta che alcuni siti inglesi (Sky Sports) parlano di un tifoso inglese accoltellato e in gravi condizioni. Si tratterebbe di un 53enne di Liverpool, portato via da un’ambulanza e che ora sarebbe in gravi condizioni. Lo stesso sito anglosassone scrive di due tifosi italiani arrestati per «tentato omicidio», si tratterebbe di ragazzi provenienti da Roma di età compresa tra i 25 e i 26 anni. Non si parla di accoltellamenti, ma di colpo alla testa e trauma cranico. In ogni caso, la polizia del Merseyside ha già fatto partire le indagini e ha portato in una stazione di zona i due tifosi arrestati, per interrogarli. Anche in altri punti della città, spiega la Gazzetta, i tifosi romanisti erano stati protagonisti di scontri con i fan locali.

Anche il Liverpool ha rilasciato una dichiarazione ufficiale in merito all’accaduto: «Siamo scioccati e sconvolti. Un nostro tifoso è in condizioni critiche, e a lui va il nostro primo pensiero. Offriremo il nostro pieno sostegno a lui e alla sua famiglia. Siamo in contatto con gli inquirenti per collaborare alle indagini».

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. giancarlo percuoco 25 aprile 2018, 11:10

    buttassero le chiavi.

  2. Su TV, giornali, Rotocalchi, Media, Plastici da Vespa a Porta a Porta, su che occasione fate come fate sempre con Napoli…..non vediamo ancora Edizioni Straordinarie come su Napoli, a chi aspettate della “ghiotta” occasione. Questa indole assassina premeditata, sembra non finire, radiarli dall’estero. Spero vivamente si salvi il tifoso inglese, assalito da questi loschi individui, come quell’altro che è in galera. Schifo italiano.

    • Gennaro Russo 25 aprile 2018, 14:55

      Tutti i Media non hanno dato,a mio modesto avviso, il risalto dovuto a questo bruttissimo episodio di pura violenza ultras, che sta mettendo A RISCHIO LA VITA di una persona.
      E, invece, a quel dito di Sarri, alzato per un istante soltanto, e che magari nessuno avrebbe visto (xchè lo alzo’ solo per un secondo e poi lo abbasso’ subito) hanno dato un risalto enorme tutti i Media. Hanno fatto in modo da sollevare un polverone enorme (che magari probabilmente nessun tifoso avvesario dall’esterno del pullman avrebbe visto).Invece i Media gli han dato un risalto, in tutti i modi possibili e immaginabili: facendo cosi’ hanno ingigantito un brevissimo gesto, pure SBAGLIATO e RIPROVEVOLE di Sarri, ma che magari aveva visto si e no un solo tifoso avversario da fuori al pullman: ora invece lo sanno tutti, tifosi avversari e non avversari e qualche testa calda ci odiera’ ancora di piu’ rispetto a prima e stara’ magari meditando qualche “vendetta”. Ergo: forse, in buona fede o forse in mala fede, o forse alcuni in buona ed altri in cattiva fede, non han fatto altro che buttare benzina sul fuoco per un gesto,ripeto, si sbagliato, ma che sicuramente sarebbe passato inosservato o quasi, ed adesso invece non e’ più tale. Io dal canto mio, ci vedo un “azzupparsi il pane”, per fare “notizia”; e cosi’ in Italia ci odieranno ancora più di prima. E urleranno ancora più forte “Vesuvio, lavali col fuoco”. Insomma, su un gesto di un istante, SIA PURE SBAGLIATISSIMO, potevano pure “glissare”. Ma figuratevi, appena succede una cosa che coinvolge Napoli, son tutti subito pronti ad additarci e se del caso, metterci al pubblico ludibrio.Non se la lasciano sfuggire mai la ghiotta occasione.Statene piu’ che certi.
      Per tornare al fattaccio di ieri sera a Liverpool: episodio questo si, gravissimo, e paragonabile a quello contro Ciro Esposito che, a Roma , ci lascio’ la pelle. La UEFA ora punira’ la Roma sicuramente e soltanto per colpa di questi pochissimi delinquenti.

      • onofrio marino 25 aprile 2018, 18:43

        Sono gli stessi che quando lo ha fatto Higuain a Barcellona nessuno ha detto niente. Siamo da soli contro tutti e specialmente la stampa napoletana che che ci sguazza da quando il De Laurentis ha tagliato loro i rifornimenti. Vedrai che dopo un anno intero di – se non si vince è una stagione fallimentare- il 20 maggio saranno tutti pronti a salire sul carro dei vincitori ma non sanno che il grande Sarri li sta aspettando al varco e spero che si toglierà tanti sassolini dalle scarpe. Sempre Forza Napoli

Comments are closed.