Verdi, le parole dell’agente: «E se avesse firmato per il Napoli, ma da giugno?»

Le parole di Giovanni Branchini: «Impossibile non comprendere la scelta di Simone Verdi, ha rifiutato di triplicare il proprio ingaggio e ci saranno altre occasioni».

Verdi, le parole dell’agente: «E se avesse firmato per il Napoli, ma da giugno?»

Tra Radio Deejay e Corriere dello Sport

In alcune produzioni cinematografiche, di solito, c’è uno spazio creativo ulteriore: quello dopo i titoli di coda. Non succede quasi mai niente di realmente importante per quanto riguarda la trama o lo sviluppo del film successivo. Però, in qualche modo, il film si prolunga. È un’appendice possibile, ma non fondamentale. Ecco, è successa la stessa cosa con il caso Verdi-Napoli.

In pratica, il procuratore del calciatore Giovanni Branchini ha puntualizzato che l’operazione tra il fantasista del Bologna e il club partenopeo potrebbe essere non del tutto conclusa. Le sue parole, in diretta a Radio Deejay, riportate nell’edizione odierna del Corriere dello Sport: «Non è detto che Simone non possa aver firmato per il Napoli, magari da giugno».

Il confronto con Caressa

Queste parole sono state estrapolate da un contesto più ampio, in cui il procuratore ha difeso il suo assistito per una scelta in controtendenza. Ecco la risposta di Branchini a una provocazione di Fabio Caressa (che aveva definito Verdi «un calciatore senza ambizione»), anche il direttore di Sky Sport era ospite in diretta «È inaccettabile criticare un giocatore che decide di concludere un determinato percorso di crescita prima di approdare in una big. Lui ha rifiutato di triplicare il proprio ingaggio dando immediatamente una risposta: è assurdo non comprendere la sua scelta, soprattutto nel calcio di oggi in cui tanti giocatori prendono decisioni controverse. Giocatori che hanno seguito la scia mediatica, che sono costati tanto e poi spariti. Chi lo dice che il treno non ripasserà più? Chi ha detto che Verdi non abbia già firmato con il Napoli per giugno? Alcuni alberi danno i frutti prima, altri dopo: Simone è un talento e giocherà fino a trentacinque anni ad alti livelli».

Insomma, il caso-Verdi va oltre i suoi titoli di coda. Non si parla più di Napoli, per il momento e/o forse per sempre. Però l’appendice c’è stata, ed è stata pure interessante.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. E se poi te ne penti!? (cit.)

Comments are closed.