Crosetti: «Brutti momenti durante Cagliari-Juventus: Pavoletti a terra e il rigore non concesso»

Il racconto della giornata di campionato dell’editorialista di Repubblica: «Napoli di lotta e non di governo, bianconeri meno travolgenti del solito».

Crosetti: «Brutti momenti durante Cagliari-Juventus: Pavoletti a terra e il rigore non concesso»

L’editoriale su Repubblica

«Molta sfortuna e brutti momenti per la Juventus a Cagliari, Napoli di lotta e non di governo al San Paolo». Maurizio Crosetti, editorialista di Repubblica, condensa così il suo commento al campionato. Il suo è un pezzo che parte dalla fatica compiuta dalla squadra di Allegri a Cagliari: «Traversa, palo, Dybala rotto, Khedira tramortito. E poi Pavoletti a terra colpito al volto, l’arbitro non ferma il gioco, la Juve non butta fuori la palla, Bernardeschi segna. Non bellissimo, e neppure il rigore negato ai sardi. Meno ancora i fischi a Dybala che esce in lacrime e gli ululati razzisti a
Matuidi».

Questo è il racconto del posticipo, poi c’è il Napoli. Che per Crosetti rappresenta «il meglio in assoluto insieme alla squadra di Allegri». Il momento dei partenopei, primi in classifica, è tutto nella storia di Koulibaly, «il centravanti mancante, un centrale che rinnova il ricordo dei giganti buoni dell’area, per esempio il gallese John Charles, quando il calcio creava tipologie epiche come gli angeli dalla faccia sporca. Campione statuario e gentile, molto impegnato nel sociale, fa dimenticare le assenze di Milik e Ghoulam, capisaldi che altre squadre non avrebbero saputo compensare. È una Juve meno travolgente del solito. I bianconeri sfrutteranno non poco la sosta, ma perdono il loro asso più lucente».

ilnapolista © riproduzione riservata