Il Napoli di Sarri sa aspettare e colpire al momento giusto: la vittoria più importante

Partita di grande concentrazione, il Napoli offre l’ennesima dimostrazione di forza. Gol di Mertens. Partita tattica, che il Napoli ha vinto con maturità

Il Napoli di Sarri sa aspettare e colpire al momento giusto: la vittoria più importante

L’inverno

Il momento fin qui più importante della storia del campionato del Napoli cade intorno alle due del pomeriggio di una domenica d’inverno. È il ventesimo del secondo tempo. Atalanta e Napoli sono sullo 0-0. Callejon vede Mertens partire verso la porta di Berisha, lo serve con millimetrica precisione, Mertens controlla e supera il portiere dell’Atalanta. Uno a zero. Come nel 1987, anche allora era inverno. Segnò Giordano di testa.

Un campo difficile

È il gol che consente al Napoli di rimanere in testa alla classifica a prescindere dal risultato della Juventus. È il gol che ribadisce al campionato qual è la squadra più forte. Una squadra che oggi ha disputato una gara di grande maturità, di grande attenzione. Contro un’Atalanta come al solito ben messa in campo da Gasperini, la squadra di Sarri ha saputo aspettare il momento giusto (alla Siddharta), ha saputo difendere bene, non ha mai perso la calma. Basta un tiro in porta per vincere le partite. Una lezione che il Napoli di Sarri ha interiorizzato. E oggi lo ha dimostrato. Il Napoli ha vinto su un campo difficile, qui la Juventus ha pareggiato e qui aveva perso lo scorso anno. Contro l’Atalanta di Gasperini aveva perso entrambe le partite dello scorso campionato, e invece quest’anno Sarri ha fatto sei punti su sei.

Fuori casa solo vittorie tranne una

Il gol più pesante del campionato, segnato da Mertens il centravanti che non ha mai smesso di essere indispensabile per il gioco del Napoli anche se ha diminuito la propria media realizzativa (non segnava da 84 giorni). Ha giocato, come tutti, una partita di grande concentrazione. Sempre pronto a essere il perno dell’attacco, il centravanti boa.

È lontano dal San Paolo che il Napoli sta costruendo questa stagione eccezionale. Le ha vinte tutte, tranne la partita a Verona contro il Chievo. Un ruolino di marcia straordinario. Ha battuto la Roma, la Lazio e adesso anche l’Atalanta.

Da menzionare anche i buu razzisti a Koulibaly dopo il gol di Mertens e anche un bottiglietta lanciata in campo dalle gradinate dell’Atalanta.

Partita tattica

È stata una partita a scacchi, molto tattica. Che Sarri ha affrontato senza Hamsik che per la seconda volta in tre anni di campionato ha cominciato una partita dalla panchina. Al suo posto, Zielinski. Gasperini, seppure squalificato, ha cercato come al solito di chiudere gli spazi al Napoli. Come al solito, ha tolto ossigeno a Jorginho, stavolta con Ilicic. Gasperini è un signor allenatore. Ha trasformato Ilicic e persino un difensore come Masiello che peraltro in un calcio sano non avrebbe più dovuto giocare dopo il calcioscommesse.

Il momento giusto per colpire

Sarri non è stato da meno. Ha spiegato alla squadra che sarebbe servita pazienza. E Il Napoli ha saputo aspettare il momento giusto per colpire. Ci era andato vicino anche dieci minuti prima con un colpo di testa di Callejon servito perfettamente da una pennellata di Insigne. La stessa traiettoria del gol a Bologna. Stavolta, però, Berisha ha parato prima dell’acrobatico salvataggio di Masiello che ha anticipato Mertens. Il Napoli stava aspettando il momento giusto per colpire. A Sarri il termine cinico non piace, diciamo concentrato. Perché è la concentrazione che fa la differenza. E sei concentrato se hai in testa l’obiettivo. E questo Napoli ha dimostrato ancora una volta di avere le idee chiare.

Reina

C’è spazio anche per Reina in questa domenica da cerchiare sul calendario. Una bella parata su tiro di Cristante da fuori area, destinato a morire sotto la traversa. Bravissimo Reina, bravissimi i due centrali del Napoli. E superlativa la prestazione di Allan che giustamente a Mediaset premium hanno paragonato ai running back del football americano. Tra l’altro proprio un Allan, Marcus, fu grande giocatore della Nfl. C’è anche un gol annullato ad Hamsik che forse era regolare.

Insigne

Un’ultima annotazione per Insigne che non ha gradito la sostituzione. Sarri lo ha tolto per far entrare Hamsik. Bene, benissimo. Sia la sostituzione sia la reazione. L’eccesso di concentrazione provoca anche queste reazioni. Dettagli insignificanti. Il Napoli è primo in classifica. E lontano dal calciomercato dimostra di essere la squadra più forte di tutti.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Cmq ieri sera ho visto il sostituto di Callejòn… O quello che dovrebbe farlo rifiatare: Florenzi.

  2. Incredibile come i giornali siano schierati non solo tuttosport ma anche la gazzetta prla di napoli bruttino quando in realtà reina ha fatto una pratona ma loro hanno salvato sulla linea subito due reti fatto un salvataggio di masiello assurdo senno andavamo in porta un occasione grossissima di hamsik una enorme di rog e il tutto a bergamo fuori casa contro una squadra ostica

  3. Giancarlo Lombardi 21 gennaio 2018, 23:31

    Un primo tempo in cui abbiamo fatto sfogare l’Atalanta, nel secondo tempo la grande squadra è venuta fuori e ne potevamo fare tre…hamsik…tiro sopra la traversa su assist di ciro…e Rog che mastica il pallone davanti a Berisha.
    Ma preside’ prendiamo un esterno forte e soprattutto gradito a Sarri…e il sogno si potrebbe avverare.

  4. Francesco Sisto 21 gennaio 2018, 22:59

    Adesso dobbiamo spersre solo che Ghoulam e Milik siano arruolabili presto, poi siamo a posto.
    Oggi ottima partita di Rui, nonostante la fisicita dell,Atalanta, abbiamo trovato ilnsostituto di Ghiulam.

  5. Gasperini sarà pure un signor allenatore ma ha imbastito una polemica ridicola sul goal di Mertens… dimenticando ovviamente il goal di Hamsik, la bottiglietta e ovviamente il fatto che la sua squadra stavolta dopo 50 minuti aveva la lingua da fuori… Quanto alla stampa nazionale, Sky ecc ecc: purtroppo è sempre più evidente che sono tutti asserviti o comunque deferenti coi potenti. Il calcio per loro finisce a Roma, noi non esistiamo. Se succede, ah, se succede… avita schiattà ncuorp!

  6. un Napoli così concentrato e cattivo si era visto poche volte.
    al di là delle chiavi di lettura tecniche e tattiche, oggi ho visto una squadra che era veramente un corpo unico, cuore e coraggio.
    stanno provando a costruire la storia e ci credono maledettamente.
    meritano tutta la nostra fede ed il nostro sostegno.
    fino alla fine.

  7. Domenico Lellis 21 gennaio 2018, 17:21

    Marcus Allan grandissimo running back degli LA Raiders…..
    Alto quasi 1,90, correva i 100 piani in poco piu’ di 11 secondi, con una struttura fisica imponente ma al tempo stesso agile
    Un paragone bellissimo

  8. Grandi.

  9. N.B. quel mostro della NFL era Marcus Allen con la E. Comunque il paragone è azzeccato (anche se forse generoso per il nostro eroe)
    https://youtu.be/46PWiPKAXus

    • sì, era Marcus Allen, nell’eccitazione della vittoria ho cambiato una vocale. (max gallo)

  10. Luciana Calienno 21 gennaio 2018, 16:44

    “E lontano dal calciomercato il Napoli dimostra di essere la squadra più forte di tutti”.Ecco dove volevano andare a parare tutti gli elogi.Io invece penso che, ora più che mai, non prendere,non dico un rinforzo, ma almeno un ricambio in attacco,sia “un crimine contro l’umanità”. Il recupero di Milik è una incognita e i tre davanti potranno mai farcela ad unire fino alla fine quantità e qualità ?

    • Francesco Sisto 21 gennaio 2018, 22:49

      Non vedo perche il recupero di Milik dovrebbe essere un’incognita, visto che il giocatore gia conosce gli schemi di Sarri.
      Piuttosto, sarebbe piu un’incognita comprare un altro giocatore (che poi ci stanno provando, vedi Verdi..) che non sia funzionale al gioco del Napoli, come Pavoletti, per esempio.
      Insomma, a Gennaio i hiocatori buoni non si muovono, che poi non è che ce ne siano tanti che fanno al caso del Napoli, e che siano disposti a muoversi e che le loro società siano disposti a lasciar andare.
      Io sinceramente faccio fatica a trovare un none, qualche consiglio?

      • Luca Di Giacomo 22 gennaio 2018, 0:15

        Forse incognita perché non sappiamo se potrá dare da subito il suo buon contributo alla squadra.
        Certo é che se dobbiamoprenderne uno tanto per prenderlo allora conviene stare cosi.

      • Raffaele Sannino 22 gennaio 2018, 0:36

        Guarda,sono certo al 100%,l’unico calciatore su tutto il pianeta che se venisse acquistato domani giocherebbe titolare contro il bologna ,è Lionel Messi.Neppure CR7 sarebbe titolare subito.E noi dobbiamo disputare solo altre 17 partite,perchè in EL giocheranno tutte le riserve e usciremo quasi subito.Ciò detto,chiunque arrivi,dovrebbe farsi i tre(minimo) mesi di apprendistato.Il crimine contro l’umanità è non far buttare soldi ad Aurelio che ha (cit.) i forzieri traboccanti.

    • Luca Di Giacomo 22 gennaio 2018, 0:13

      Giusto. Si potrebbe pensare che con la rosa stiamo a posto, sbagliatissimo.
      Proprio adesso dobbiamo rinforzarci e sfruttare questa ghiottissima occasione.
      I nostri erano cosi carichi anche perché riposati.

  11. Siiiiiiiii

  12. Avevano apparecchiato la tavolata, preso lo spumante buono, posticipata la partita della Juve giusto per gradire, spedito un untore con annesso virus influenzale a casa di Marek… tutto pronto per celebrare il sorpasso della corazzata calabrotorinese… e il Napoli che fa???
    Vince!!!
    Maronn ‘ro Carmine, oggi sto veramente gioendo come un riccio.

    E forza Grifone!

  13. felice d'amora 21 gennaio 2018, 16:18

    Il Napoli può tranquillamente giocare qualche partita senza Hamsick, speriamo che Sarri faccia questa mossa spesso, i cambi secondo me sono stati corretti, Insigne non deve arrabbiarsi , se rientra Ghoulam e Milik in 10 giorni li scassiamo

  14. Tutta la stampa nazionale contro, tutte le tv nazionali contro, eppure il Napoli riesce a smentirli tutti…per me questa partita era solo un pelino al di sotto di quella con la Juve per importanza e per sofferenza nervosa..le pagelle non hanno senso oggi..tutti da dieci e lode
    Forza Napoli sempre

  15. “Inciampa il Napoli”, “Bergamo fatale”, “Incubo Gasp” , “Sorpasso Juve”. I titoli già pronti sono stati riposti nel cassetto, il fegato degli juventini marcisce per la cirrosi, e noi ci prendiamo sei punti su sei dall’Atalanta (erano stati zero su sei l’anno scorso). Partita FONDAMENTALE, anche più dei sei punti: lo è per il morale e la consapevolezza. Non vorrei esagerare (e prontamente mi gratto), ma questa è stata la partita-scudetto, per tante ragioni.

    • Partita che fa morale,un fosso scansato sicuramente ma la partia scudetto sara’ quando avremo piu’ 4 sugli scoloriti, e nn so se accadra’ e quando, se ci presenteremo a piu’ 4 a torino e’ fatta

    • Però un rinforzo ci vorrebbe…

  16. Dovrebbe essere squalificato il campo per i cori su kalidou e per la bottiglietta piena che ha colpito i calciatori .Ma nell’ Italietta raccontata dai “giornalisti” é meglio parlare del gol da annullare.vergogna.

    • Hanno il vizietto del lancio i trogloditi bergamaschi. Monete, bottiglie piene. A noi, per uno yogourt vuoto, ci squalificarono l’intero Stadio per 2 giornate che “fenomeni” come con le trasferte proibite figli e figliastri “fenomeni” e li pagano pure?

  17. Presidente, se ci sei, ora, battilo sto colpo.

    • felice d'amora 21 gennaio 2018, 17:17

      scusa edoardo, ma quale sarebbe sto colpo ? anche un solo nome fallo dai…e non mi dite Younes infortunato da 10 partite, senza esperienza, non parla la lingua e non conosce la serie A. Chi è questo giocatore che cambia tutto, pronto a venire a Napoli?

      • Non c’e bisogno di cambiare niente, ma se ti pare possibile affrontare un girone di ritorno con 3 attaccanti che giocano tutte le partite, EL compresa (perchè Milik gioca fra 2 mesi), allora il colpo non serve.. pareva solo a me indispensabile! E non mi pare che si stiano facendo i nomi di Di Maria o Neymar

        • Dobbiamo uscire dall’EL. Non c’è alternativa

        • Francesco Sisto 21 gennaio 2018, 22:56

          Si, Edua’ però il nome ancora non lo fai, semplicemte perche trovare giocatori che facciano al caso del Napoli, e che siano disposti a trasferirsi a Gennaio, non ce ne sono..
          Il colpo il presidente ha provato a batterlo, con Verdi, e sappiamo come e finita, Politano la Juve…pardon, il Sassuolo (sic!) Non lo vende, io sinceramente faccio fatica a trovarne un altro.
          Comunque Milik tra un paio di settimane al massimo sarà in campo, il che è molto piuvelicemente di un eventuale nuovo arrivo che dovrà imparare gli schemi ed ambientarsi.

        • felice d'amora 21 gennaio 2018, 23:34

          edoardo giocavano sempre quei 3 anche quando c’erano Milik e Pavoletti, e parole di Sarri “Dries con me giocherebbe sempre anche con 3 punte in panchina”. Neymar e DiMaria sono gli unici nomi che hai fatto, e guadagnano + dei nostri 3 + pagati, in quanto a Neymar la somma dei nostri 7 giocatori + pagati, il che il solo evocarli è ridicolo. Potresti fare anche un solo nome su cui doveva puntare il Napoli senza ricevere un no, come nel caso Verdi (personalmente) e Politano (la società). Servirebbe un giocatore che quanto meno conosca la serie A, la lingua ed abbia un minimo di esperienza, per poter essere solo preso in considerazione da Sarri, siete in grado di fare un solo nome?

        • Raffaele Sannino 22 gennaio 2018, 0:45

          Si parlava di Inglese,è i commentatori ripetevano di un Pavoletti bis,poi Ciciretti stroncato subito e infine Younes, che gioca in un campionato ridicolo.Tutto letto su queste pagine.Verdi lo avevano acquistato,ma se rifiuta non possono organizzare un rapimento e lo trasportano legato su un furgone a Castelvolturno.

  18. Bergamaschi razzisti.
    Kalidù fratammè.

  19. Antonio Baiano 21 gennaio 2018, 15:12

    Vittoria importante, “di testa”, si é visto fin dall’inizio che intendevano portarla a casa.

  20. Il dettaglio della reazione di Insigne è stata la prima cosa detta dalla “signora” Buffon. Prontamente zittita e smorzata da l’unico amico del Napoli in studio: Condò.

    • Francesco Sisto 21 gennaio 2018, 15:10

      Pure Repubblica mette l;accento sulla sostituzione di Insigne (che deve imparare a stare zitto), pure Bocca nel Bloooog. con un accenno minimalista alla pesantissima vbittoria di Bergamo.
      La verita` e` che il sorpasso gli e` rimasto sullo stomaco a tutti, avevano gia le fanfarre pronte,

      • Vedete, non mi ritengo un sudista. Ma la sufficienza, l’arroganza con cui trattano il Napoli è da voltastomaco

    • Vincenzo Barretta 21 gennaio 2018, 15:41

      Esatto.

      • Al 25’ del primo tempo ho messo audio stadio per non sentire Bergomi. Caressa tanto tanto… Ma Bergomi era un panegirico continuo all’Atalanta… Non si poteva sentire.

        • Vincenzo Barretta 22 gennaio 2018, 0:54

          Per non parlare che sembrava innamorato delle gambe di cristante…

        • A Bergomi andrebbe evitato il Napoli punto. Dall’episodio Sarri-Mancini Bergomi odia Sarri e tutto quello che allena, per ragioni note, e secondo me alcune meno note. Di fatto se spegnevi il video l’Atalanta era prima in classifica con 8 punti di vantaggio sulle inseguitrici ed il Napoli lottava per la salvezza. Mi pare giornalisticamente penoso, senza neanche voler mettere in campo l’appartenenza.

    • E’ vero…. in pratica a Sky la signora Buffon ha cercato di parlare solo della reazione di Insigne e del presunto fuorigioco. Gli epatologi hanno un sacco da fare oggi pomeriggio, con i fegati degli juventini spappolati.

    • Luca Di Giacomo 21 gennaio 2018, 17:38

      Veh se leggi un po´in giro i commenti sui social e siti sporivi, ti accorgerai che c´é un rosicamento incredibile per la partita odierna. La cosa piú bella sono le centinaia di commenti dei rubentini che urlano in coro “ladri” o “Varnapoli” …Come se Mussolini si lamentasse per mancanza di democrazia.

  21. Francesco Sisto 21 gennaio 2018, 14:52

    Riposto:
    Mamma mia, e guagliun m’ann fatt emoziona` oggi!
    Ce l’anno messa tutta per rubarci un’altra partita, il goal di Hamsik e` valido, 2 minuti di recupero del recupero, ma i ragazzi sono stati piu` forti di tutto e di tutti.
    Avevo scritto venerdi che avevo delle sensazioni positive su questa gara, oggi ci credo molto di piu` che si puo` fare (sgrat, sgrat).
    Non vedo l’ora di vedere le faccie da morto del salottino SKY, avevano gia preparato il sortpasso della Juve in pompa magna.
    Tie`! ngann ve rimast!
    E se per puro caso i fratelli Genoani domani… non oso neanche pensarlo…

Comments are closed.