Repubblica: Tavecchio perde il sostegno di Gravina, domani sarà dimissionario

Con il commissariamento delle Leghe di Serie A e B, Tavecchio si ritroverebbe con una maggioranza troppo debole per essere confermato

Repubblica: Tavecchio perde il sostegno di Gravina, domani sarà dimissionario

Un assedio

Scrive così, Repubblica: «Tavecchio è assediato da tutte le parti». La conseguenza è semplice: domani si presenterà da dimissionario al Consiglio Federale. Quindi, «il governo del calcio cadrà e nel 2018 ci saranno nuove elezioni».

Il destino dell’attuale presidente federale pare segnato dal dietrofront di Gabriele Gravina, presidente di Lega Pro. Il dirigente della terza serie si aggiunge a Tommasi (Assocalciatori) e ad alcuni consiglieri della Lega Dilettanti (Repubblica fa il nome di Montemurro).

Con il commissariamento delle Leghe di Serie A e B, Tavecchio si ritroverebbe con una maggioranza troppo debole per essere confermato. Allora, non ci sarebbero alternative. Presentarsi domani al Consiglio Federale da presidente dimissionario.

Noi ribadiamo la nostra posizione (espressa già in questo articolo): incredibile che un dirigente di questa levatura abbia passato indenne bufere ben più gravi (razzismo e sessismo, per esempio) e ora paghi il risultato di due partite di calcio. Certo, se queste sono l’esito nefasto di una mancata programmazione, la colpa è di chi non ha programmato. O ha programmato male. Però, come dire: oggi, in Italia, è più grave andare ai Mondiali che la storia di Opti Pobà, per esempio. Stringi stringi, è andata così. Andrà così. A meno di clamorosi ribaltoni.

 

ilnapolista © riproduzione riservata