Il pasticciaccio brutto della Juventus (i gomblotti cominciano a essere tanti)

Libero aggiunge che nell’intervallo fu coinvolto anche Higuain. Allegri rimandò la squadra prima in campo. Ora si è aggiunta l’inchiesta Fifa per Pogba

Il pasticciaccio brutto della Juventus (i gomblotti cominciano a essere tanti)
Il paginone di Libero

Una cronaca corposa

Mediaticamente la vicenda Juventus avrebbe decisamente soppiantato quella Milan-Donnarumma. Il condizionale è d’obbligo, per le fisiologiche resistenze ad affrontare giornalisticamente le difficoltà in casa Juve. Soprattutto in tv. A Sky Sport stanno facendo i salti mortali per limitare al minimo la cronaca di questi giorni relativa al club bianconero. Una cronaca decisamente corposa. Che va dai retroscena (anche oggi c’è un arricchimento) relativi all’intervallo di Juventus-Real Madrid, alla smentita di Bonucci mentre la società se ne sta zitta, a Dani Alves che sparge veleno a destra e a manca sull’ambiente bianconero, all’indagine della Fifa sul trasferimento di Pogba al Manchester United (indagine che riguarda Juve e Raiola, non lo United). È un libro. E non possiamo dimenticare il ritorno, di cui si attende ancora l’ufficialità, del dottor Agricola.

Il silenzio

Ovviamente mediaticamente bisogna cercare qua e là. È molto divertente notare anche su Twitter il silenzio dei presunti commentatori imparziali che in realtà non scrivono mai nulla dei guai della Juventus e invece sono pronti – in nome dei valori dello sport, ovvio –  a intervenire ogni qual volta spunti il gomblotto. Stavolta prevale il silenzio, anche perché i gomblotti cominciano a essere un po’ troppi.

Libero non è un giornale antipatizzante

Oggi anche Libero – un quotidiano non certo antipatizzante nei confronti della Juve, vista la presenza di Luciano Moggi – dedica ben due articoli alla vicenda. E con il titolo più azzeccato: “Si è rotta la Juve”. Nell’articolo di cronaca, si riportano altri particolari dell’intervallo di Cardiff. “In difesa della Joya (dopo lo scappellotto di Bonucci) si sarebbe frapposto con forza, ma solo verbalmente, Higuain, prima dell’invito di Chiellini a concentrarsi sul secondo tempo (invano, considerando la prestazione). La tensione, giunta al limite, avrebbe infine indotto Allegri a terminare anzitempo l’intervallo e questo spiegherebbe perché la Juve era sul terreno di gioco ancora prima dell’arrivo della squadra arbitrale”.

Si prosegue con l’analisi dei costi-benefici di un’eventuale cessione di Bonucci. In favore si esprime Gianluigi Paragone uno dei pochi juventini a rimanere lucido dopo la disfatta di Champions. E chiede di cambiare dopo quell’intervallo che ha stravolto la Juventus e i cui postumi sono ancora evidenti.

La Stampa intigna su Bonucci

Qua e là si trovano soltanto boxini relativi all’inchiesta della Fifa (ci sarebbe da piangere, ma viene da ridere). E suona certamente strano che sia proprio il quotidiano torinese La Stampa a tornare sul caso Bonucci con una replica del giornalista Nerozzi – l’autore del retroscena – alla smentita del difensore della Nazionale su Facebook. E, tra le altre cose, il giornalista scrive che sarebbero stati tre i tesserati della Juventus a rivelare, singolarmente, i retroscena dell’intervallo di Cardiff. E aggiunge che dei tre tesserati non tutti sono calciatori. Insomma, c’è anche un dirigente. E il nome è facile da individuare.

Anche il Corriere della Sera

Tornando a Bonucci, ripetiamo che è eloquente il silenzio della società sui retroscena. Con il solo Bonucci rimasto a combattere. Ormai isolato. Un altro, Dani Alves, se n’è già andato. E un altro ancora, Alex Sandro, pronto a fare le valigie. E infatti il Corriere della sera titola così il paginone di sport: “Il muro perde i pezzi”. Il quotidiano analizza la situazione di mercato dei difensori della Juventus: Dani Alves via, Lichtsteiner vicino all’addio, Bonucci che ha proposte da mezza Europa e Alex Sandro che «a Torino non si è mai ambientato del tutto».

Da notare il passaggio imbarazzato del Corriere sui retroscena relativi all’intervallo di Juventus-Real Madrid. Retroscena di Stampa e Repubblica e quindi minimizzati dal quotidiano di via Solferino che sottolinea come siano stati smentiti (in realtà dal solo Bonucci). La Gazzetta dello Sport brilla per il silenzio sull’intervallo di Cardiff, poche righe dedicate alla smentita di Bonucci nell’articolo su Dani Alves.

A questo quadro aggiungiamo il silenzio dei media sulla vicenda Agricola. Mentre tutti oggi scrivono di Dani Alves. Lo abbiamo fatto anche noi. Perché, se qualcuno dopo sette anni ancora non se ne fosse accorto, il Napolista è un giornale on-line, essendo giornalisti siamo attratti dalle notizie. E pensiamo che uno dei limiti principali a Napoli sia guardare ossessivamente il proprio ombelico. Impedisce di rendersi conto di quel che succede attorno. 

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Jean Paul Sartre 22 giugno 2017, 12:58

    E poi vi svegliate in primavera tutti sudati e col settimo scudetto di fila della Juve, come al solito ?
    D’altronde, vi capisco… se non festeggiate a giugno e luglio, non avrete altre occasioni per farlo ?

  2. Toh, vuoi vedere che Il Napolista ha escogitato un filtro automatico anti-infiltrati MERDJ?

  3. mi guardo l’ombelico e dentro ci vedo una società di calcio forte, pulita, mai minata da dubbi, senza debiti, col sorriso in faccia e destinata a farci divertire e sognare.

    ps: a me questa virata del napolista piace, noi non siamo tuttosport.

  4. Ciccio Bomba 22 giugno 2017, 8:11

    ma quindi è bastato un cartellino giallo a dybala al 12esimo per farli crollare psicologicamente? ah, ecco perché in Italia non vengono praticamente mai ammoniti! 🙂

  5. Mi voglio soffermare sul finale. Se il problema è l’ombelico napoletano, non è che voi ne avete ampliato la portata. Avete solo aggiunto la vecchiaccia ladra alla ricerca della polemica (e annessi click) che questa scatena sempre. Potreste provare, essendo giornalisti ad interessarvi anche del Milan e dell’origine dei capitali messi in questa poco chiara compravendita.

  6. mr. Catenaccio 22 giugno 2017, 0:23

    beh è chiaro che è finita, penso che in quel gruppo molti fossero consapevoli di giocarsi l’ultima chance. normale che volino gli stracci alla fine. l’unico vero obiettivo è stato fallito, il campionato l’avrebbero vinto anche senza il salatissimo sudamericano che ha toppato l’ennesima finale. la coppa italia chi se la fila, io ci sono andato solo per l’imperativo categorico di fischiarlo. agricola se lo devono riprendere perchè certi patti sono d’acciaio.

    • Antonella Capaldo 22 giugno 2017, 10:34

      io credo che agricola torni perché con gli integratori ufficiali/legali sono arrivati a fine campionato a pezzi, ricordiamo che allegri ha detto più volte sarà importante come arriveremo a maggio (parlando di condizioni fisiche) quindi serve agricola

      • Propendo piu’ per la tesi di mr. Catenaccio: chissa’ quale patto segreto vincolante (= leggasi ricatto) ci possa essere con il Prof Satanasso Agricola.
        Come altrimenti spiegare la (ri) assunzione di un 71enne professore di medicina, perdipiu’ molto probabilmente sottoposto a costante vigilanza (si spera, almeno) sul suo futuro operato?
        Per carita’ nulla contro chi e’ in eta’ avanzata (come potrei, proprio io???), ma e’ mai altrimenti spiegabile con una certa dose di credibilita’ una nomina del genere?

        • Ma è chiaro, nessuno si prende certe responsabilità anche penali senza avere almeno un piccolo paracadute. Evidentemente Agricola ha bisogno di soldini dopo la squalifica e gli faranno fare un ruolo magari marginale all’interno dello staff medico. Alla fine avrebbero reintegrato anche Moggi se fosse stato possibile.

        • In questa vicenda noto una certa analogia con le storie di chi si prende condanne o comunque rogne al posto di certi boss, che in cambio mantengono la sua famiglia mentre è in galera. In pratica l’ennesima analogia con la mafia.

  7. Non ho capito chi era il dirigente che ha fatto la spia…

    • Salvo il fatto che dovrebbe essere qualcuno vicino ad Elkann non l’ho capito neanche io

  8. Tutto bene.
    Ma la cattiva abitudine di fare la rituale ramanzina al tifoso napoletano non la perdete.
    Va bene signorina maestra faremo i bravi ma poi la merendina ce la fate mangiare?

  9. Enrico Pessina 21 giugno 2017, 17:35

    Volano gli stracci.

  10. non tutte le partite sono uguali. la sconfitta col real ha scoperchiato un vaso di pandora pregno di rivalse, ripicche e quant’altro. quando ti insegnano che l’unica cosa che conta è vincere, gestire le sconfitte diventa una dramma sportivo. speriamo che non imparino in fretta.

    • Fabio Milone 22 giugno 2017, 8:35

      E’ chiaro che il loro motto alla fin fine gli si ritorce contro.
      Ormai solo i MERDJ possono gloriarsi del numero di finali raggiunte, pero’ perse – non lo fanno piu’ nemmeno i tesserati della BB che si sono accorti che equivale a darsi la zappa sui piedi.
      Ma da qui ad ipotizzare una BB “rotta” ce ne corre – questi hanno satana dalla loro parte e non mancano esempi di quanto siano stati capaci di risorgere da disastri anche peggiori di questo (spesso disastri creati proprio dal loro comportamento grigio-melmoso).

      • Concordo. Se l’ossessione per la vittoria li sta uccidendo, la vittoria rimane il pharmakon migliore.
        Secondo me si è “semplicemente” chiuso un ciclo. Qui si vedrà la sapienza della dirigenza tanto blasonata ed acclamata dai più

  11. Stanno invischiati nell’inchiesta Ndranghetus Stadium, sono indagati per la vendita di Pogba con il rischio del blocco di mercato, Agricola sta per tornare alla base (e per il 2018 attendiamo fiduciosi il ritorno di Moggi e Bettega), Dani Alves è fuggito e sarà presto seguito da Bonucci e Alex Sandro, e questi che fanno? Vengono anche qui a commentare… ah certo, poi ci abbofferanno con la solita storia del camorrista a bordo campo e della cocaina di Maradona. Certa gente davvero dovrebbe avere la decenza di tacere.

    • Stefano Valanzuolo 21 giugno 2017, 18:19

      Agricola (agricola, agricolae, agricolae… me lo ricordo ancora) sta preparando la magica pozione, quella dove Bonucci è caduto dentro da piccolo…

      • Hahahaha esatto! Io ho una sola paura per questi fenomeni della Juve che corrono sempre per 90 minuti (tranne che a Cardiff…): umanamente, dico sul serio, davvero, mi auguro per loro che tra venti anni non facciano la fine dei calciatori della Fiorentina degli anni 70, come il povero “saponetta” Mattolini, che noi abbiamo conosciuto.

      • Antonio Chiacchio 22 giugno 2017, 0:01

        rosa rosae rosae rosam rosa rosa…………

  12. Tu mi squalifichi il presidente, mi blocchi il mercato …. mmmm e mo io che faccio ?
    Aaahhh siiii faccio tornare Agricola… tiè

  13. Luigi Borrelli 21 giugno 2017, 13:50

    insomma manca solo il gossip su agnelli che rompe con la turca (improvviso io tanto per darvi una mano in questo periodo senza news)
    noi juventini siamo fottutissimi!!!!!
    finalmente è il vostro momento dato il mercato sfavillant…..e ops!!!

    • Agnelli tanto si sa che e’ finito, lo ha deciso il cugino gia’ da tempo ma a noi di Andrea e la turca non ce ne puo’ fregar di meno.
      Come degli screzi di spogliatoio, le fughe di Dani Alves, le possibili sanzioni UEFA… tutta roba di cui si scrive e si parla sui media giusto perche’ la BB e’ quella che gode di maggiore visibilita’ in Italia.
      Non vedo che problema c’e’ che se ne parli anche qui, a parte che si finisce per attrarre voialtri ospiti alquanto molesti.

    • ?……….⚽⚽⚽⚽ ops!!

  14. Luigi Borrelli 21 giugno 2017, 13:48

    quindi quasi tutti i giornali un giorno uno un giorno un altro da agricola, mercato, gossip, ecc…ma i media tacciono tranne l’eroico napolista
    povero napolista solo tu combatti.
    povero povero
    e poi sti troll bianconeri….
    comunque è crisi, crisi nera solo scudetto, il sesto, e coppa italia, la terza, e poi una finale di champions, la seconda in 3 anni, crisi nerissima.
    record di fatturato, cittadella da inaugurare ma siamo davanti al baratro.
    meno male che c’è il Napolista a consigliarci…… ma ditelo siete gobbi pure voi e volete che continuiamo a vincere.
    povero povero

    • Chiedi a Dani Alves perche’ se ne scappa da quel bordello?
      “Vincere (facile) e’ l’unica cosa che conta”
      Adesso anche il nostro ex-centravanti comincia ad avere qualche pruritino…

      • Sembra, da indiscrezioni non confermate, che un tir di Preparazione H, stazioni di fronte casa dell’innominabile, in attesa di essere scaricato…..

      • Stefano Valanzuolo 21 giugno 2017, 18:17

        Se vuole può tornare. Ma aggregato alla Primavera e, in Coppa Italia, come riserva, come riserva di Pavoletti

  15. Stefano Valanzuolo 21 giugno 2017, 13:26

    Ma no, dai, non è possibile. Lo stile Juve non lo consentirebbe… E poi, addirittura il Pippita? Ma siamo pazzi, un buontempone come lui, un ragazzo solare e schietto, come il fratello. Sono le ssolite

  16. amadeo gardoni 21 giugno 2017, 12:54

    Ah, siete giornalisti! Non me n’ero accorto. Riportare voci pubblicate da uno pseudogiornale e’ giornalismo adesso? Io pensavo si chiamasse pettegolezzo. Siete sempre piu’ ridicoli.

Comments are closed.