Hamsik disintegra il Bologna. È già il Napoli di Benitez

Il Napoli salta agevolmente il primo ostacolo del campionato debuttando al San Paolo tra cheerleaders e fuochi di artificio. Schiantato il Bologna da un super Hamsik che procura il primo gol e ne fa due (3-0). Di Callejon la prima rete e un palo. Una sola squadra in campo. E’ già il Napoli di Benitez a prescindere dal modulo (4-2-3-1). Palla bassa, possesso, manovra puntuale. Behrami, il solito leone, ha bloccato Diamanti e fatto pressing su tutti.
E’ un Napoli che ragiona di più, è più squadra e tutti vanno alla conquista della palla, non solo Behrami, persino Inler. E Hamsik è il faro, anche capitano (Cannavaro in panchina) e goleador dribblando il portiere la prima volta, staffilando in rete la seconda. Su Higuain giocano in due, Natali e Antonsson. La prima nota positiva è Callejon (un palo e poi il gol). Il piccolo spagnolo vede il gioco, cerca sempre la migliore posizione, dà subito la palla, è sempre in movimento, è lui a battere con un buon calcio corner e punizioni. La difesa (Albiol, condizione migliorata, e Britos centrali) ha poco lavoro: il Bologna gioca con una sola punta (Bianchi), Diamanti resta lontano, Kone lo spauracchio vincente delle due ultime partite gira al largo. Anche nella ripresa, quando entra un secondo attaccante, Moscardelli, la difesa azzurra non fa una piega.
Il Bologna si limita a fare intensità a metà campo, ma Pandev e Hamsik sanno come uscir fuori dalla rete petroniana. Higuain fa fatica nella morsa di Natali e Antonsson, ma corre, si propone, recupera, sfiora il gol due volte. Spingono Maggio e Zuniga, Zuzù con molta verve: gli esterni del Bologna sono sempre arretrati. E’ un buon Napoli concreto che salta l’incognita della prima partita e doma il Bologna “bestia nera”. E’ un Napoli solido. Reina ha fatto una sola parata su Kone (73’).
Si comincia e Callejon colpisce da sinistra il palo opposto (6’). Il Napoli mena la danza, il Bologna si fa schiacciare e non riparte perché su Diamanti c’è un mastino, Behrami. Non c’è Insigne dall’inizio (febbricitante al sabato), Paolo Cannavaro resta in panchina. Pandev apre su Hamsik, tiro violento di Marek, respinta del portiere e tocco in gol di Callejon (32’). Non ci sarà più partita. Nel recupero del primo tempo, gioiello di Hamsik sull’assist di Zuniga: penetrazione in area, eluso un difensore, dribblato il portiere col destro e tocco di sinistro in rete (45’+1’).
Napoli al sicuro, Pioli inserisce Moscardelli per Cristodoulopoulos (46’). Non migliora il potenziale offensivo dei felsinei. Il Napoli manovra talvolta con eleganza e impegna nella manovra tutta la squadra. Un diagonale di Callejon finisce fuori (49’), così la punizione di Higuain dalla lunetta (50’) dopo una vertiginosa azione di Zuniga stroncata con un fallo. Fuori una girata di Higuain (61’) e terzo gol. Fuga di Maggio, cross su Higuain stretto dai due centrali bolognesi, Pandev si impossessa della palla in area, tocca indietro e arriva puntuale Hamsik per il tris (63’).
Nel finale Insigne al posto di Pandev (66’) e Mertens per Hamsik (71’). Spiccioli di partita per Radosevic (84’ per Higuain). Il centravanti argentino non è ancora pronto, la condizione non è al meglio, ma si impegna e lavora molto per la squadra. Tutto il Napoli lascia una buona impressione e finisce il match con una melina elegante. Spesso la squadra ha giocato di prima e con cambi-gioco volanti. Behrami è già al top. Hamsik è ormai il leader di questa squadra. Zuniga conferma che è meglio non cederlo. Negli ultimi venti minuti, Mertens ha regalato spunti della sua velocità, ma è ancora impreciso nel tocco. Benitez può sorridere. Ha presentato un buon Napoli all’esordio del campionato, a tratti brillante.
Mimmo Carratelli
NAPOLI (4-2-3-1): Reina; Maggio, Cannavaro, Albiol, Zuniga; Behrami, Inler; Pandev (66’ Insigne), Hamsik (71’ Mertens), Callejon; Higuain (84’ Radosevic).
BOLOGNA (4-2-3-1): Curci; Garics, Antonsson, Natali, Cech (72’ Crespo); Krhin (79’ Perez), Della Rocca; Kone, Diamanti, Christodoupoulos (46’ Moscardelli); Bianchi.
ARBITRO: De Marco (Chiavari).
RETI: 32’ Callejon, 45’+1’ e 63’ Hamsik.

Serie A – 1^ giornata.
Verona-Milan 2-1, Sampdoria-Juventus 0-1, Inter-Genoa 2-0, Cagliari-Atalanta 2-1, Lazio-Udinese 2-1, Livorno-Roma 0-2, Napoli-Bologna 3-0, Parma-Chievo 0-0, Torino-Sassuolo 2-0. Lunedì: Fiorentina-Catania.
CLASSIFICA: Napoli, Roma, Inter, Torino, Juventus, Verona, Cagliari, Lazio 3; Parma e Chievo 1; Udinese, Atalanta, Milan, Sampdoria, Genoa, Livorno, Sassuolo, Bologna 0.
Fiorentina e Catania non hanno giocato.
PROSSIMO TURNO.
Sabato 31: Chievo-Napoli (ore 18), Juventus-Lazio. Domenica 1 settembre: Roma-Verona, Atalanta-Torino, Bologna-Sampdoria, Catania-Inter, Genoa-Fiorentina, Milan-Cagliari, Sassuolo-Livorno, Udinese-Parma.

ilnapolista © riproduzione riservata