Tessera tifoso, a Firenze sui moduli del Milan

Squadra che tifi, tessera che incontri. Cari tifosi napoletani, anche se siamo praticamente i soli tra le grandi squadre di serie A (ad onor del vero c’è anche la Lazio) a dover fare una doppia fila, una per gli abbonamenti, l’altra per avere la sospirata tessera del tifoso, ognuno ha la sua gatta da pelare. Come i romanisti che si devono destreggiare tra soli sedici punti che forniscono le tessere (ed il sito della Roma sottolinea che non è responsabile per gli orari d’apertura), oppure palermitani e genoani che possono andare solo allo stadio, presso il punto abbonamenti per fare la fila e “schedarsi”. Quindi l’erba del vicino non è detto che sia sempre più verde. E poi i nomi. Andiamo da “Siamo noi” dell’Inter a “Dna Genoa” del grifone. I rossoblù addirittura pur di velocizzare la campagna abbonamenti affermano sul sito che “la lista dei vantaggi la si scoprirà prossimamente sul sito apposito”. Della serie, non prendiamoci per i fondelli. E veniamo a Inter e Milan. Forse “Cuore Rossonero” permette di fare la tessera presso un gran numero di punti vendita. C’è anche il Banco di Napoli. La Juve è un po’ più farraginosa nelle informazioni date dal sito internet, ma più o meno funziona allo stesso modo. Che sia Visa, Circuito Maestro o altro poco importa. E’ solo business applicato alla schedatura. Chiaro che per il Napoli scegliere Postepay rientra all’interno della fidelizzazione al circuito postale che è nel dna partenopeo. Qualche dubbio ai tifosi è venuto sul fatto che, con l’accumulo del lavoro, ed il personale in ferie, sia più comodo far “sparire” i moduli e dichiarare che quelli scaricati da Internet non funzionino. E tra i vantaggi, se la Sampdoria da sconti sui carburanti con la sua Sampcard, c’è anche chi vorrebbe farla ma non può, come i tifosi d’oltrefrontiera che andavano a seguire l’Udinese e che ne sono rimasti esclusi.  Onore al Bari, con loro si può fare tutto, ma proprio tutto, via internet. Evviva l’autocertificazione! Per Orgoglioviola, infine,   vale il commento di Cinzia raccolto dal Forum della Fiorentina: “Torno adesso dalla CRFIRENZE dove sono stata a fare la tessera del tifoso. Il colmo è che te la fanno su un modulo di Intesa San Paolo intitolato "Cuore Rossonero". Scancellano il titolo e ci scrivono a mano "Orgoglio Viola". Ma chi siamo diventati???? volevo quasi non farla!!!!” Fosse accaduto a Napoli avremmo sospirato: "Che società di serie C. Queste cose solo a Napoli succedono"
<strong>Gianluca Agata</strong>

ilnapolista © riproduzione riservata