Hamsik per Balotelli?
Io ci sto

Hamsik per Balotelli? Ci sto. E non è la prima volta che lo scrivo. E non è la prima volta che troverò chi non sarà d’accordo. Per trenta milioni l’avrei accompagnato all’aereo destinazione City. Per Balotelli offrirei ad Hamsik una cena dove vuole  ma rigorosamente in pizzeria  dove margherita e birra costano un po’ meno di dieci euro a testa (tanto offro io). Il Roma oggi ha rilanciato la suggestione: Benitez vuole Hamsik. Il Mattino oggi ha rilanciato il dubbio: Marek resta? Sì, mah, forse, chissà, dopo aver firmato il rinnovo e con i diritti d’immagine a favore suo. Napoli è una piazza ideale per SuperMario. Lo accoglierebbe a braccia aperte, ne farebbe un eroe, ma sarebbe anche pronta a processarlo al minimo passo falso extracalcistico. Ma non mettiamo il carro davanti ai buoi e pensiamo in bene. Hamsik, lo ribadisco, lo ritengo un equivoco tattico. Il Napoli ha due attaccanti davanti: Lavezzi e Quagliarella e sta cercando un bomber da venti gol. Una squadra così sbilanciata non può permettersi un centrocampista con gli inserimenti di Hamsik. E’ un campione, per carità, ma le ultime dichiarazioni sue e del commissario tecnico slovacco che gli ha augurato qualcosa di meglio del Napoli proprio non mi sono piaciute. E allora, almeno da parte mia, caro Bigon se hai la possibilità di intavolare questa trattativa fallo.

ilnapolista © riproduzione riservata