Calcio pirata in tv / Inghilterra, in tre condannati a 17 anni per i pezzotti della Premier

Oggi la sentenza. Oltre mille abbonamenti abusivi tra pub, club e abitazioni private. La soddisfazione dell’ufficio legale della Premier

Calcio pirata in tv / Inghilterra, in tre condannati a 17 anni per i pezzotti della Premier

Oltre mille impianti

La notizia del giorno nel pianeta calcio è la condanna per un totale di 17 anni a tre cittadini inglesi che avevano favorito la trasmissione illegale della Premier League, guadagnando un profitto da oltre 5 milioni di sterline.

Steven King, Paul Rolston e Daniel Malone avevano installato oltre mille impianti che qui definiamo pezzotti. Tra pub, club e abitazioni private in Inghilterra e Galles.

Grazie ai “pezzotti”, gli utenti hanno usufruito di contenuti pay senza sottoscrivere alcun abbonamento.

«È una sentenza importante – ha commentato Kevin Plumb direttore dei servizi legali per la Premier League -, la legge raggiungerà società e privati che frodano i proprietari dei diritti e violano il copyright. L’utilizzo di questi servizi è illegale e i tifosi dovrebbero esserne consapevoli, anche perché rischiano di diventare vittime di frodi o furti di identità trasmettendo dati personali e dettagli finanziari».

ilnapolista © riproduzione riservata