Anche Mertens, dopo Hamsik, potrebbe andare in Cina

Due anni fa, dopo il boom, lo voleva il Manchester United. Il Napoli gli adeguò il contratto e lui rimase. Ora, però, sono cambiate tante cose

Anche Mertens, dopo Hamsik, potrebbe andare in Cina

L’occasione perduta al mercato di due anni fa

La pensione dorata è un obiettivo importante nella vita delle persone. Marek Hamsik se l’è assicurata – è stato anche sincero ad ammetterlo – con il faraonico contratto stipulato col Dalian. La prossima estate potrebbe essere il turno di Dries Mertens 32 anni a maggio che con Ancelotti non è al centro degli schemi d’attacco come negli ultimi due anni con Sarri. Il belga, nella stagione post Higuain, fu protagonista di un’annata straordinaria. Sfiorò il titolo di capocannoniere della Serie A con 28 gol (34 totali).

Quell’estate il Napoli avrebbe dovuto capitalizzare. Lo chiese persino il Manchester United di Mourinho. Il club invece gli adeguò il contratto e lo tenne. Errori gravi per una società di calcio come il Napoli.

Due anni dopo, Mertens non ha più quelle richieste. Ha un contratto importante e non segna più come nel meccanismo perfetto che gli era stato disegnato da Sarri. Ed ecco che la Cina può essere un’ipotesi. Oggi ne accennano sia Il Mattino sia la Gazzetta. Certo sarebbe la fine della carriera. Un po’ presto. Per lui come per Hamsik. Magari Dries, che ancora si diverte a giocare, vuole darsi un’altra chance. Il suo contratto col Napoli scade nel 2020. La prossima sarà l’estate decisiva. Difficilmente rinnoverà.

ilnapolista © riproduzione riservata