Il Napoli vende Allan al Psg a una cifra più alta di quella di CR7

L’affare è in dirittura d’arrivo. Il Napoli detta le condizioni al tavolo dei grandi e incassa. Ancelotti approva. Mai c’è stata una simile intesa tra presidenza e allenatore

Il Napoli vende Allan al Psg a una cifra più alta di quella di CR7
foto ssc napoli

Più di 100 milioni, il cerchio si stringe

Il cerchio si stringe. Ormai è chiaro da più di 24 ore che è seria la trattativa tra il Napoli e il Psg per Allan. Ieri lo abbiamo scritto chiaramente: De Laurentiis spara alto: 140 milioni di euro tra cash e sponsorizzazione di Qatar Airways. Gli emiri del Psg si sono seduti al tavolo. Hanno incentivato Allan a fare la sua parte con un’offerta che va dagli otto ai nove milioni netti l’anno. Carlo Ancelotti è sereno. A quelle cifre si vende, anche a cifre inferiori. Il Napoli, per crescere, deve vendere di fronte a offerte che non possono essere rifiutate.

Carlo Alvino questa sera su Twitter scrive che l’offerta dei parigini è arrivata a quota 100 milioni e il Napoli ne chiede ancora 120. Sono schermaglie. L’affare si farà. Il Napoli, da grande squadra, in quattro e quattr’otto si è assicurato un calciatore che piace molto agli Ancelotti e a Giuntoli. Pablo Fornals che ai nostri occhi è il gemellino di Fabian Ruiz. Gemellino perché costa più o meno la stessa cifra – costa 30 milioni – ha la stessa età – 22 anni – e sa giocare a calcio, dà del tu al pallone, può ricoprire più ruoli.

Il Napoli detta le regole al tavolo dei grandi

Il Napoli sta per diventare la regina del calciomercato. De Laurentiis ha portato il Napoli a sedersi al tavolo dei grandi e a dettare le regole. Il Napoli non svende. Il Napoli non viene preso con l’acqua alla gola. Il Napoli vende Allan – un centrocampista di 28 anni – a un prezzo superiore a quello speso dalla Juventus per il cartellino di Cristiano Ronaldo.

E a Castel Volturno non ci sono ansie, né patemi d’animo. Si vive serenamente senza mediano. A guidare il Napoli c’è un allenatore che sa come va la vita, che – come abbiamo scritto ieri – ha lavorato e vinto nei club più forti del mondo. E sa che il Napoli per vincere e per crescere deve comportarsi così. È una pagina rivoluzionaria, l’ennesima, quella che sta vivendo il Calcio Napoli. Sia per l’affare in sé. Sia per la comunità d’intenti tra presidente e allenatore. Mai il Napoli di De Laurentiis aveva vissuto un’intesa del genere.

ilnapolista © riproduzione riservata