Higuain non convocato. Gattuso: «Voglio persone pronte mentalmente»

«Oggi è stato un pessimo allenamento. Voglio persone pronte per fare la guerra, lui non lo era. Ho sbagliato a Gedda, non dovevo dire quello che pensavo»

Higuain non convocato. Gattuso: «Voglio persone pronte mentalmente»

«Oggi un pessimo allenamento»

La notizia, per certi versi attesa, è la mancata convocazione di Gonzalo Higuain per Genoa-Milan in programma domani pomeriggio alle 15. Ormai la partenza dell’argentino per Londra – destinazione Chelsea – è questione di ore.

Gattuso non dà l’ufficialità in conferenza stampa ma poco ci manca.

«Oggi è stato uno dei più brutti allenamenti della mia gestione. La squadra è preoccupata dalle voci, è stata una pessima rifinitura. Voglio solo persone pronte a livello mentale per “fare la guerra” con noi, Gonzalo oggi non lo era. Detto questo, la sua partenza non è ancora ufficiale. Non sono deluso da lui, si è sempre comportato bene, ci dava palleggio e fluidità a livello di gioco, anche se attaccava poco la profondità. Soprattutto all’inizio, ci faceva giocare meglio, ci dava fluidità. Poi è toccato a Castillejo e a Cutrone che hanno caratteristiche diverse. In ogni caso accetto la scelta come l’ho accettata con Bonucci. Senza Higuain non abbiamo mai perso? Dipende da tante cose, da come vengono interpretate le gare».

Per quanto riguarda le polemiche di Gedda, dice: «Mi sono comportato da dilettante: ho perso la testa, così come l’ho persa alle 5 di mattina. Dovevo dare l’esempio, la mia squalifica forse è meritata. Non dovevo dire quello che pensavo. Contesto solo una cosa: se c’è la Var, si deve usare. Rivedere un episodio non costava nulla. L’errore arbitrale ci può stare, ma se c’è la tecnologia è giusto usarla».

ilnapolista © riproduzione riservata