Hazard: «Le critiche di Sarri? Se devo essere onesto, non mi interessano»

Il giocatore belga risponde sul campo alle frecciate e manda in finale il Chelsea, la prima dopo tanti anni di Sarri («l’ultima sono stati i playoff per la A»)

Hazard: «Le critiche di Sarri? Se devo essere onesto, non mi interessano»

Le critiche gli scivolano addosso

«Le critiche di Sarri? Se devo essere onesto, non mi interessano. Gioco solo a calcio e non mi importa di ciò che ha detto, mi concentro solo sulla squadra e sul dare il massimo per conseguire gli obiettivi che ci siamo prefissi a inizio campionato». Eden Hazard, fantasista del Chelsea, commenta così la vittoria contro il Tottenham nella semifinale di Carabao Cup ai microfoni di Sky Sports UK.

Spogliatoio spaccato

Due parole che la dicono lunga sul clima nello spogliatoio del Chelsea sempre in attesa di avere Gonzalo Higuain pronto per la prossima partita di Premier. Ad Hazard è stato chiesto se le parole di Sarri lo avessero ispirato per la sua performance che gli è valsa il premio di Man of the Match. Il tecnico toscano aveva detto di lui che è un calciatore meraviglioso ma che non è un leader. Hazard ieri ha giocato bene. Una delle due reti che hanno spedito i Blues alla finale di Carabao Cup è la sua.

L’ultima finale di Sarri: i playoff per la A

«Mi sono divertito per settanta minuti con Hazard, alla fine era stanco. Ha fatto una grandissima partita, le sue qualità contano più della sua posizione» ha detto Sarri che ha risposto con la solita ironia quando gli hanno chiesto quale è stata l’ultima finale da lui disputata: «Quella dei play-off per andare in Serie A. Avete ragione a dire che non ho mai vinto a questi livelli. Sono molto contento ed emozionato perché arrivo a giocarmi una finale a Wembley»

ilnapolista © riproduzione riservata