Longo: «Il Napoli di Ancelotti è superiore a quello di Sarri»

Le parole di Longo in conferenza stampa: «Ancelotti farà turn over? Mi fa sorridere pensare che Milik giocherebbe al posto di Mertens, il Napoli ha una qualità impressionante».

Longo: «Il Napoli di Ancelotti è superiore a quello di Sarri»

In conferenza stampa

Moreno Longo, tecnico del Frosinone, ha presentato il match contro il Napoli in conferenza stampa: «Dovremo fare la nostra partita, per noi giocare queste gare è un’opportunità. Di certo non dobbiamo scendere in campo pensando di aver già perso. Anzi, dobbiamo avere grande entusiasmo, ci confrontiamo con una squadra di grandissima qualità. Penso che il Napoli di Ancelotti sia superiore pure a quello visto durante l’era Sarri. Ha maggiore imprevedibilità negli ultimi metri, e poi ha grandissimi calciatori. Ancelotti farà turn over? Mi viene da sorridere, ad esempio Milik potrebbe giocare al posto di Mertens. Hanno una rosa impressionante, piena di calciatori di caratura internazionale»

Le scelte di formazione: «Visto che Hallfredsson si è operato e starà fuori per svariati mesi, abbiamo scelto di reinserire in lista Paolo Sammarco. All’islandese si aggiungono poi i lungodegenti Paganini, Dionisi, Gori e anche Krajnc, che ha avuto una distorsione alla caviglia. Ciano sta bene, ha recuperato anche se non può essere al massimo dopo uno stop di svariate settimane. Maiello andrà in campo nonostante la diffida. Abbiamo fatto una scelta precisa, sono certo che farà una grande partita».

Longo sull’approccio al gioco del Frosinone: «Se fossi un giocatore, sarei carico a mille. È una sfida importante, e voglio vedere calciatori stimolati. In classifica ci mancano i punti persi ad inizio stagione. Dobbiamo avere la forza di pensare che il nostro campionato sia iniziato nel match interno pareggiato con l’Empoli. Sportiello ha detto che dobbiamo essere più sbarazzini? Spesso le interviste vengono interpretate differentemente. Sportiello deve essere consapevole che non gioca più nella Fiorentina dello scorso anno. Noi siamo il Frosinone, dobbiamo crescere ancora. In ogni caso, a me non sembra di aver visto un Frosinone timoroso nel match contro il Cagliari»

 

ilnapolista © riproduzione riservata