Hamsik: «Mancano i due punti di Belgrado, ma ci giocheremo tutto al San Paolo»

Marek Hamsik intervistato da Sky al termine di Psg-Napoli: «È stata una bella serata. Dovevo andare via? Acqua passata, penso solo al Napoli».

Hamsik: «Mancano i due punti di Belgrado, ma ci giocheremo tutto al San Paolo»

L’intervista a Sky

Marek Hamsik intervistato da Sky al termine di Psg-Napoli: «È stata una bella serata, contro una squadra di campioni. La qualificazione è ancora in gioco, fa male perdere due punti a due minuti dalla fine della partita. Il conto è ancora aperto, ci giocheremo tutto al San Paolo e stasera ci siamo resi conto di esssere all’altezza di tutti i nostri avversari».

Un giudizio sul primo tempo «Il nostro primo tempo è stato veramente bello, dopo un inizio interlocutorio abbiamo dominato. Nel secondo tempo loro hanno cambiato qualcosa e ci hanno messo in difficoltà, però a questi livelli ci sta. Abbiamo sbagliato di più nelle ripartenze, ci hanno reso difficili le giocate verticali. Alla fine però potevamo vincere la partita, abbiamo risposto colpo su colpo».

Il rammarico di Hamsik per il pareggio: «Una partita dal sapore strano, però resta sempre un punto fuori casa».

La mancata vittoria contro la Stella Rossa: «Di certo mancano i due punti di Belgrado, se avessimo messo la stessa cattiveria mostrata contro Liverpool e Psg avremmo conseguito un altro risultato. Mancano due partite, dobbiamo fare sei punti in casa e poi si vedrà. Il Psg ha tanta forza in avanti, Neymar e Mbappé hanno una marcia in più. Nel match del ritorno del San Paolo dovremmo ripetere la prestazione fatta contro il Liverpool e nel primo tempo di questa sera».

Un bilancio tecnico e umano del cambio di allenatore: «Probabilmente pensavo che si potesse chiudere un ciclo, c’è stata la possibilità di andare via ma è acqua passata. Ora penso solo al Napoli, abbiamo iniziato bene in campionato e in Champions. Ci aspetta una partita difficile contro la Roma».

ilnapolista © riproduzione riservata