Sconcerti: «La Juventus è più forte, ma a Milano ha trovato fortuna e un buon arbitro»

Il commento sul Corsera: «La Juventus è talmente abituata a essere la più forte da perpetuare se stessa quasi per induzione».

Sconcerti: «La Juventus è più forte, ma a Milano ha trovato fortuna e un buon arbitro»

Il commento sul Corsera

La partita in due momenti, secondo Mario Sconcerti sul Corriere della Sera: «Molto sta nel gol di Higuain, che ha invertito il risultato alla fine. Molto sta anche nella decisione di espellere Vecino all’inizio, dopo 18 minuti». Tutto parte e finisce da qui, anche se per l’editorialista «la Juventus ha finito per meritare di più. Non ho visto rilanci dopo la sconfitta con il Napoli domenica scorsa, si è vista però la voglia di non morire di una grande squadra, ormai sazia, con poche idee. Ma talmente abituata a essere la più forte da perpetuare se stessa quasi per induzione».

Secondo Sconcerti, i bianconeri «avevano seriamente cominciato a perdere il campionato. Lo ha ripreso all’improvviso, non credo sappia nemmeno davvero come, ma c’è riuscita e ha rimesso il Napoli in soggezione. A me sembra stanca la Juventus, spremuta, ma come nella migliore vecchiaia, la fatica le dà ordine, almeno compostezza. Ieri sera a San Siro ha avuto un buon arbitro e un po’ di fortuna. L’importanza del risultato è quasi sproporzionata rispetto alla qualità vista, ma per la Juve è una grande vittoria. L’Inter era stremata e ormai confusa. Aspettava una spinta che nella Juve c’è sempre qualcuno pronto a darle».

ilnapolista © riproduzione riservata