Sarri: «Il campionato è sempre stato della Juventus, noi siamo una scheggia impazzita»

L’intervista a Mediaset dell’allenatore del Napoli Maurizio Sarrid dopo la sconfitta a Firenze. «Ci siamo persi dal punto di vista mentale  e come squadra dopo l’espulsione. Ora dobbiamo riscattarci e ripartire»

Sarri: «Il campionato è sempre stato della Juventus, noi siamo una scheggia impazzita»
Sarri (Ciambelli)

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri dopo la brutta sconfitta maturata contro la Fiorentina ai microfoni di Mediaset:

«L’inferiorità numerica dopo sei minuti non può spiegare da sola tutte le difficoltà, altre volte abbiamo reagito meglio a questo tipo di situazione. Di fronte a episodi negativi c’è stato un tracollo nervoso e ci siamo persi ma questi ragazzi hanno dato tutto, gli si deve tantissimo e si può accettare una giornata come questa. Ora dobbiamo riscattarci e ripartire».

I problemi della partita

«Ci siamo persi dal punto di vista mentale  e come squadra dopo l’espulsione. Abbiamo avuto delle reazioni individuali dei singoli. Ho tolto Jorginho e senza centrocampista centrale noi subiamo il palleggio e non siamo abituati. CI siamo persi contro una Fiorentina che invece ha giocato una partita attenta»

La partita di Milano ha condizionato il Napoli?

«Mi preoccupo solo della prestazione di oggi e di come non ripeterla.Abbiamo cominciato a giocare ad agosto per il preliminare di Champions League, un’estate dura e stressante. Tutto il resto viene dopo. Il campionato è sempre stato appannaggio della Juventus, noi siamo una scheggia impazzita».

I tifosi hanno salutato la squadra anche dopo la sconfitta

«Sono il miglior pubblico d’Italia per affetto, amore e comprensione. Sanno che abbiamo dato tutto anche se abbiamo fallito, sapevo che avrebbero reagito così»

ilnapolista © riproduzione riservata