Le parole di mio padre dopo lo scudetto del Verona mi hanno aperto il mondo-Napoli

Mentre a Verona festeggiavano, mio padre disse: «Se lo vinceva al Napoli ora toccava a noi stare per le strade, con le bandiere». Poi è successo veramente.

Le parole di mio padre dopo lo scudetto del Verona mi hanno aperto il mondo-Napoli

Con la bandiera a festeggiare

Anno 1985 avevo 7-8 anni. Verona campione d’Italia. Guardavo le immagini in tv e mio padre esclamò «Se lo vinceva il napoli adesso stavamo con la bandiera per strada a festeggiare». In quel momento mi si è aperto un mondo nuovo. Che non si è ancora chiuso, nonostante lo affronti in maniera differente. Da quel giorno la passione è stata la mia compagna di viaggio, non mi ha mai abbandonato, sia quando si vinceva che quando ci umiliavano. Sempre convinto di essere tifoso di una squadra invincibile negli anni post Maradona, ci sono voluti 30 anni per capire che la
Squadra che amo non è invincibile ma solo una delle 20 che partecipa. Nonostante le mie convinzioni più o meno condivisibili sono arrivato a 41 anni sognando di vivere ancora quelle emozioni vissute da bambino, scendendo con la bandiera per festeggiare insieme con mio padre.

In questo articolo, tutte le lettere pubblicate dal Napolista nella campagna “Un giorno all’Improvviso”.

ilnapolista © riproduzione riservata