Gazzetta di Modena: «L’azione di disturbo della Juventus per Politano al Napoli è riuscita»

«I fatti della giornata intorno a Politano dicono che, comunque la si guardi, i buoni rapporti tra Vecchia Signora e Sassuolo hanno pesato nella vicenda».

Gazzetta di Modena: «L’azione di disturbo della Juventus per Politano al Napoli è riuscita»

Un articolo tra il dubbio, la certezza e la legittimità

«Alla fine il vero vincitore del braccio di ferro tra Napoli e Sassuolo è probabilmente Marotta». Si apre così il pezzo pubblicato stamattina dalla Gazzetta di Modena sull’affare sfumato tra il club di De Laurentiis, quello di Squinzi e l’esterno offensivo di scuola Roma. C’era infatti convergenza tra le volontà del calciatore e quelle del Napoli, il lato debole del triangolo è stata la dirigenza neroverde. Leggiamo: «Il calciatore, tramite il suo agente Davide Lippi, aveva fatto chiaramente intendere, a più riprese, di volere provare l’avventura all’ombra del Vesuvio: lo sbarco in azzurro è rimandato (forse) a data da destinarsi».

Alla fine, l’offerta del Napoli “sfumata sul gong” era di quelle ghiotte: 28 milioni più 1 di bonus. Secondo la ricostruzione della Gazzetta di Modena, però, il Sassuolo ha rifiutato anche questa proposta. «Il motivo del no? L’operazione avrebbe comportato l’acquisto da parte dei neroverdi di Diego Farias dal Cagliari, per un corrispettivo di 8 milioni. In ogni caso, tirando la trattativa fino agli ultimi minuti (era stato inserito anche il prestito di Ounas), non ci sarebbero stati comunque i tempi tecnici per depositare i contratti».

Squinzi e Carnevali hanno alzato un muro, almeno leggendo il quotidiano modenese: «Nonostante l’offerta si sia fatta pesantissima, il Sassuolo non ha ceduto. Una corsa contro il tempo con Napoli, Sassuolo e Cagliari a perfezionare un’operazione quasi impossibile. E che è franata contro il cronometro ma anche sulle perplessità di Carnevali». Quindi, viene confermata – almeno in parte – la versione del Napoli, che ha accusato il Sassuolo di tergiversare al momento delle firme.

«Il Sassuolo non ha ceduto»

Qui, nell’articolo della Gazzetta di Modena, entra in campo la Juventus. Riportiamo la parte completa del pezzo: «Un finale che ha fatto felice Marotta. Anche stavolta, l’ad della Juve ci aveva visto lungo: ad inizio mercato, infatti, non s’era tirato indietro e nel commentare i primi vagiti della trattativa tra Sassuolo e Napoli aveva rimarcato senza troppi giri di parole che “Il Sassuolo non ha bisogno di vendere Politano”. Un parere espresso in buona fede, secondo alcuni, un’ingerenza negli affari neroverdi secondo altri».

«I fatti della giornata di chiusura del mercato di riparazione dicono che, comunque la si guardi, i buoni rapporti tra Vecchia Signora e Sassuolo hanno pesato nella vicenda. E l’azione di disturbo praticata da Marotta nell’ultima settimana di mercato, quando Carnevali sembrava aver aperto uno spiraglio al Napoli, s’è rivelata oltremodo efficace. Nulla di scandaloso, visto che le sinergie di mercato sono sempre esistite tra diversi club. Certo il Sassuolo rischia di aver compromesso definitivamente i suoi rapporti con il Napoli, già messi a dura prova da quel no per Vrsaljko, spedito all’Atletico Madrid anziché in Campania».

ilnapolista © riproduzione riservata