Sarri ci ha regalato anche una risposta alla Mourinho a Marotta

«Anche Politano è un’alternativa che poteva interessarci, poi Marotta l’ha dichiarato incedibile. Sto scherzando». Maurizio Sarri, provocatore e comunicatore. Con ironia aggressiva, ma senza troppa aggressività.

Sarri ci ha regalato anche una risposta alla Mourinho a Marotta
Sarri (Ciambelli)

La risposta a Premium

Possiamo dire che Maurizio Sarri ha esaudito i nostri desideri. Già, perché uno dei pezzi più letti e apprezzati e controversi della fase post-Verdi è stato quello sul Mourinho comunicatore del e per il Napoli che rispondesse a tono a Marotta dopo le dichiarazioni su Politano. Ribadiamo che in quell’articolo non ci riferivamo a Sarri, auspicavamo che qualcuno del Napoli (il più quotato resta il nostro Italo Alloggi) desse vita a una comunicazione meno blanda e più aggressiva. Il filmato lo trovate qui.

Sarri ci ha comunque accontentati. La risposta sul calciomercato a Mediaset Premium, nel postpartita di Atalanta-Napoli, segue l’idea di comunicazione allusiva tipica di Mourinho. Il tutto, senza rinunciare a significati importanti e addirittura provocatori. A differenza di Mourinho, Sarri ha aggiunto «Sto scherzando» che rende il messaggio più sarrita. Arriva lo stesso al destinatario, ma con vena ironica. Siamo in Italia e soltanto Mourinho poteva permettersi un simile stile, anche perché è stato qui due stagioni e poi è andato via.

La Gazzetta

Detto questo, torniamo al punto di partenza. Ovvero, applausi per la risposta pronta del tecnico del Napoli a una situazione abbastanza scabrosa. Ecco, il Napoli ha bisogno proprio di questo, di rispondere con intelligenza e superiorità agli “stimoli” che arrivano dall’esterno. Come ad esempio la prima pagina della Gazzetta dello Sport di oggi, che si apre con la vittoria del Milan a Cagliari e non con la quinta affermazione consecutiva della squadra capolista. Tra l’altro, in casa di una delle migliori squadre del campionato. Anche qui vale lo stesso principio: siamo in Italia e in più il grosso delle copie la Gazzetta le vende a Milano. Non siamo un paese con cultura sportiva; si evince anche dalla presenza di una sola notizia extra-calcio: la rissa a Bologna per la partita di basket Virtus-Trento.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. antonio romano 23 gennaio 2018, 10:11

    Io che da ragazzo compravo Sport Sud pur di non dargli na lira ,oggi non la apro neanche nella web .
    FORZANAPOLISEMPRE

  2. appassionato di ciclismo come Sarri, l’intervento di Don Marotta mi fa venire in mente il dopatissimo Armstrong che dimostra a Simeoni, impedendone la fuga in una tappa al Tour, che comanda lui e gli altri devono tacere.

  3. Giovanni Pantolese 22 gennaio 2018, 17:20

    Sono da sempre convinto che i media che si occupano di calcio ( per restare a questo argomento) sono troppo spesso condizionati da due fattori:
    – il fatto di avere come proprietari soggetti che operano anche nel calcio ( è accaduto per qualche decennio con Mediaset) oche hanno comunque dei legami con loro Non dico che tutti si “vendano” per la pagnotta ma che inevitabilmente troppo spesso non sono sereni nei loro giudizi,
    – il fatto di avere sempre e solo presente il pubblico a cui si rivolgono. Così fanno i giornali che esaltano le imprese delle squadre per cui fa il tifo la maggioranza dei loro lettori e così fanno le tv a pagamento (e non solo) che invitano a commentare ex calciatori di una certa squadra che ci vanno giù pesanti con le altre squadre, o trovano normale affidare la conduzione di una trasmissione calcistica alla compagna di un calciatore che milita in una delle squadre di serie A.
    Questo spiega l’accanimento nella critica al Napoli , a Sarri e a De Laurentiis che certo sbagliano ma non quanto sostengono i media.
    Il vero problema, alla fine,è che il Napoli è indifeso dal punto di vista mediatico e qualsiasi cosa faccia o dica si troverà sempre contro il sistema mediatico, salvo poche eccezioni.
    La soluzione è questa: il Napoli deve essere più forte di tutto e di tutti.

  4. La Gazzetta del Nord … se la cantano e se la suonano

  5. Chiedo alla redazione del Napolista: Giornalisticamente è corretto dare il taglio centrale in prima pagina alla settima in classifica che vince in casa della 16ma ? E mettere la prima di spalla che vince contro la sesta ??? Mi sta anche bene che il Milan sia la notizia principale. Ma almeno si autoretrocedessero a testata cittadina… Tipo L’eco di bergamo…

    • Vincenzo Barretta 22 gennaio 2018, 15:52

      Sono anche ora d’acccordo con te. Devo preoccuparmi? Sei semrpe venio? ?

    • sono GIA’ una testata cittadina. Lo sono sempre stati. La loro “fortuna” è che le squadre cittadine hanno sempre brillato in Italia e nel mondo. Ora che da anni entrambe sono la “serie B” del calcio italiano, hanno mostrato il loro vero volto.

Comments are closed.