Perché il Napoli non deve disperarsi per l’eventuale terzo posto e i preliminari di Champions

Una rosa più ampia e varia rispetto al 2014, avversari che non sembrano insormontabili e il calendario più vicino a quello degli altri tornei europei.

Perché il Napoli non deve disperarsi per l’eventuale terzo posto e i preliminari di Champions

Premssa necessaria

Abbiamo riportato proprio ieri, su queste pagine, un’analisi economica sul valore del secondo posto in classifica. Che, ovviamente, è altissimo. Poi c’è anche altro. Ad esempio, l’anno scorso ci siamo accorti cosa vuol dire passare un’estate da Champions senza l’ansia dei preliminari – anche se poi le vicende di mercato ci hanno un po’ distratto, eufemismo. Una questione di programmazione e di sicurezza, tecnica ed economica. Insomma, il secondo posto sarebbe una vera e propria benedizione sul Napoli. Un risultato straordinario. Però, come dire: potrebbe non succedere. Anzi, alla luce della classifica è pure improbabile.

L’eventualità terzo posto

Avendo detto questo, non è che abbiamo messo le mani avanti. Quello stiamo per farlo. Sottolineando l’importanza di un eventuale secondo posto non abbiamo fatto altro che dire la verità. Però, come dire: un Napoli terzo in classifica non cambierebbe tutto. Parliamo, ovviamente, a livello tecnico. Non siamo impazziti, ci sono tante motivazioni dietro questa frase. Intanto, la differenza forte nell’organico rispetto a tre stagioni fa, al maledetto doppio confronto con il Bilbao. A livello di profondità, nel senso di diffusione della qualità su tutti i calciatori, non c’è partita. Il Napoli di oggi sarà molto simile a quello di domani, inteso come squadra titolare e in riferimento al mercato. Quello che Sarri gestirà l’anno prossimo è un gruppo già fatto, ha un organico i cui slot sono già occupati, tutti, da uno o due giocatori di buonissimo livello. Alcuni di questi sono destinati a crescere, non sono ancora al massimo del loro potenziale perché giovani. Ma sembrano abbastanza forti da poter affrontare l’eventuale gruppo di squadre che la seconda fascia sembra poter proporre.

Sì, perché il Napoli sarà testa di serie e non ci sono molti dubbi. Non è un altro motivo per cui abbiamo detto che il terzo posto non sarebbe un disastro, sappiamo com’è andata tre anni fa da testa di serie. Sono le squadre che finiranno nell’altra urna a farci (moderatamente) più ottimisti. Avevamo anticipato qualcosa con Nicola Lo Conte, lo aggiorneremo nei prossimi giorni ma la situazione è “migliorata” addirittura. Al momento, infatti, le squadre qualificate per i preliminari del percorso piazzati sono Manchester City, Siviglia, Hoffenheim, Nizza, Sporting Lisbona. I club più difficili da affrontare finirebbero in prima fascia, il Napoli potrebbe trovare avversari complessi ma privi di esperienza europea. Come il Nizza, o l’Hoffenheim. Non si può aver paura preventivamente di squadre così.

Il tempo e la statistica

Certo, anche un eventuale (e fortunato) accoppiamento di questo genere avrebbe i suoi svantaggi. Intanto, la maledizione storica cui sembrano “costrette” le squadre italiane. Nei cinque anni in cui la Serie A ha inviato tre squadre in Champions, solo il Milan ha passato lo scoglio preliminari. Sono state eliminate Udinese, Napoli, Lazio, Roma. E se andassimo ancora più indietro nel tempo, la situazione non migliorerebbe. Secondo Sarri, il problema di giocare questo turno discende anche dalla sua collocazione nel calendario, quell’agosto che influenza così tanto la preparazione e che che genera problemi prima e dopo.

Ecco, forse questi tecnicismi sono in qualche modo anacronistici rispetto alla realtà. Al di là delle condizioni climatiche, che però “penalizzano” entrambe le squadre, la Serie A italiana si è ormai quasi uniformata all’inizio degli altri campionati europei. Più al nord si comincia la prima o la seconda settimana di agosto, qui da noi alla terza. Inoltre, il buon rendimento della Roma in questo finale di campionato dimostra che le problematiche di “eredità fisica” possono essere superate attraverso una preparazione attenta e un buon turnover. Una possibilità che, lo dicono i numeri, arride più a Sarri che a Spalletti. A livello di organico, quindi di predisposizione personale.

Nessun dramma

Come concludere? Con una semplice constatazione. Il Napoli chiuderà più o meno con lo stesso punteggio dello scorso anno, a meno di clamorosi e verticali crolli. Un gran risultato, che però potrebbe non bastare per il secondo posto. Avremmo molti rimpianti, nel caso – del resto solo chi arriva primo non ne ha -, ma vorrà pure dire che la Roma è stata ancora più brava di noi edizione 2016. Una cosa non proprio semplice, in verità.

Quindi, niente drammi per quello che poteva essere e la consapevolezza di potercela fare. A superare il preliminare, che è più uno stato mentale che altro (come abbiamo detto e quasi “dimostrato” sopra). A considerare queste tappe come parte di un processo vero di crescita. Il secondo accesso consecutivo ai gironi sarebbe il primo della storia del Napoli. Arrivasse con la combo terzo posto e preliminari, non cambierebbe granché, a livello statistico. Si perderebbe qualcosa a livello economico, ma il resto dei “guai” sono riparabili. Non sarebbe un fallimento, né vorrebbe dire per forza ripartire da zero. Soprattutto a livello emotivo, potrebbe essere un risultato accettabile per una squadra giovane e ancora all’inizio del suo progetto. L’ambiente potrebbe recepirlo senza troppa ansia. Non sarebbe male.

Napolista ilnapolista © riproduzione riservata
TERMINI E CONDIZIONI
  • Marco Campassi

    ma soprattutto…..c’è tutto il resto della A che firmerebbe col sangue per un terzo posto, comprese Milan Inter Lazio Fiorentina ecc.

    • rudykrol

      esatto.. e l’Inter finirà 20 punti sotto di noi…

  • Ivan Soria

    Tutto giusto, però “la combo” in un articolo di una testata seria o presunta tale non si può sentire. Non facciamo i bimbiminchia, dai, scriviamo bene.

  • Il Boemo

    Strapparsi i capelli.

    • Enrico Pessina

      Ma no, intendeva strapparsi nel senso di lesione muscolare 🙂

      • Il Boemo

        Hanno corretto

        • Enrico Pessina

          Visto 😉

  • giancarlo percuoco

    Ha fatto un preliminare anche la Sampdoria o ricordo male?

  • vicchiariell

    la profondità della rosa te la fai fritta visto che l’allenatore conta con 11-12 giocatori, tutto dipenderà da come quei 11-12 giocatori arriveranno ai preliminari, i restanti sanno benissimo che non conteranno nulla e che non giocheranno salvo imprevisti clamorosi, e che anche se per alcuna disgrazia altrui dovessero giocare poi sarebbero risbattuti in panchina ad aeternum dal giorno dopo. Dal mercato non c’è nulla da sperare visto che chiunque prenda la società non giocherà a priori, e difficilmente qualcuno di esperienza verrà ,vista la fine di giaccherini e pavoletti. Spero solo che passi presto questo mercato estivo da cui mi sembra impossibile sperare alcunche, chi dovrebbe venire a napoli a farsi 10 mesi di panchina?, un giovane talento tipo Rog, o un giocatore d’esperienza magari nazionale titalre tipo giaccherini? non scherziamo sarà già tanto se riusciamo a mantenere questa rosa. Prepariamoci all’ennesima estate con pretese assurde dei tifosi, striscioni papponisti, neanche è finito il campionato ed ho già letto che i tifosi vorrebbero Bernardeschi, Deulofeu e Keita che con sarri farebbero 10 mesi di panchina , max 10 minuti ogni tanto, se qualcuno pensa che il prossimo anno callejon o insigne possano riposare 20/22 partite su 50 allora si faccia vedere da uno specialista, stesso discorso per mertens, koulibaly, hysaj, albiol, portiere, hamsick, gli unici cambi che vedremo saranno i soliti, appena jorginho schianta si fa 4 mesi di panchina, ed entra Diawara, appena ghoulam schianta strinic si fa un paio di mesi da titolare, appena allan schianta rog e zielinski giocheranno, ovviamente in questo probabilmente anche milik chiederà di essere ceduto. L’unica speranza è che la società e l’allenatore possano sedersi ad un tavolo serenamente, e con amore e dolcezza si possa far capire all’allenatore che tutte le squadre contano su 22 giocatori, e per riuscire ad attrarre giocatori di talento oltre i soldi bisogna garantirgli spazio, e l’allenatore deve saper indicare qualche giocatore al di là di quelli che giocano nell’empoli, visto anche la fine che hanno fatto tonelli e valdifiori, cedere milik e pavoletti per prendere maccarone e pucciarelli farebbe certamente contento sarri ma non so quanto possano aiutare ai preliminari champions , anche se l’avversario potrebbe rimanere esterrefatto e andare in confusione

    • Dario

      a sentire certi “scienziati” pare che in panchina abbiamo un brocco…”cedere milik e pavoletti per prendere maccarone e pucciarelli farebbe certamente contento sarri”… ma mi faccia il piacere!

      • vicchiariell

        a sentire certi fanatici intergralisti, sarri è l’unico allenatore del mondo, ma iatev a cuccà, pe favor

        • Enrico Pessina

          Beh, secondo me, se c’è qualcosa di veramente integralista, è esattamente ciò che hai scritto.

          • Dario

            come li chiamano? leoni da tastiera? lasciamo perdere va

          • Enrico Pessina

            E che vuo’ fa’ …

        • Dario

          non so da cosa desumi fanatismo integralista…dal fatto che dalle tue farneticazioni non colgo la “scienza” ma solo l’alzhaimer? comunque passo e chiudo, sei troppo forte, non ti sto dietro

          • vicchiariell

            dal fatto che come sempre non hai un solo argomento se non l’insulto che ti caratteriizza come papponista doc e fanatico cafoncello, vuoi dire che sarri alterna i giocatori fa turn over? vuoi suggerire qualche nome che potrebbe venire a napoli ? hai qualche argomento? non mi sembra per cui sei solo un tarzanello con la tosse e come tale ti blocco subito saluti e buona pappata anche per quest’estate

        • White Shark

          Ma ti rendi conto che sembri un disco incantato? 11/12 titolari? Posa il fiasco plaese.

          • vicchiariell

            non essere ridicolo shark, sai che anche se non siamo d’accordo, alemeno si può parlare senza offendere. Da te però una cosa la vorrei sapere, quando incomincia la lagna su acquisti mancati, assenza d’investimenti ecc ecc quello che io chiamo abitualmente deliri e follie. Vorrei sapere se secondo te un keita o deulofeu a parità d’ingaggio verrebbe a napoli a giocarsi il posto con insigne, o un bernardeschi a fare concorrenza a callejon, + in la del fanatismo sarriano, il prossimo anno milik accetta di fare 5-8 min a partita come gli ultimi 4 mesi come riserva di mertens?

          • White Shark

            Premesso che il posa il fiasco non vuole essere un’offesa ma semplicemente mirava a dirti che esageri un tantino con le tue conclusioni, rispondo alla tua domanda suggerendoti di inserire nel motore di ricerca la frase: statistiche minutaggio calciatori.
            Scoprirai un mondo. Controlla un po’ le statistiche delle squadre che vanno per la maggiore in tutti i campionati. Giusto per darti un’anteprima, vedrai che, nel trio Messi, Neymar, Suarez, il meno utilizzato supera i 2400 minuti giocati. Devo dedurre che: 1. Il Barcellona non ha riserve per l’attacco; 2. Se ce l’ha, stanno tranquille in panca (a Napoli no. Devono creare problemi). 3. Si sono suicidate.
            Ma come ti dicevo è solo un’anteprima. Scoprirai che i top club hanno i migliori con minutaggi importanti e le seconde linee che seguono.
            Ora, io sono convinto che chi ha assicurato un contratto ed è professionista, 1. Non crea problemi ed al limite chiede la cessione; 2. Se ha sangue nelle vene, spacca il mondo per far ricredere un allenatore. Il discorso si farebbe troppo lungo comunque e non mi va di annoiarti e di annoiare gli altri amici. Magari ci si risente più in là. Un abbraccio e forza Napoli sempre, dovunque e comunque.

          • vicchiariell

            shark mi sorprendi, sono almeno 8 mesi che vi chiedo di guardare i minutaggi, che io riporto sempre, non solo, separo anche le competizioni per far capire anche il contesto, inutile ricorrere ai motori di ricerca, tutti i professionisti si basano su transferarkt, ci sono i rendimenti per stagione, dove puoi trovare assolutamente tutto, se scrivo che che Diawara debutta il 1 novembre contro il besiktas perchè Jorginho schiantò clamorosamente è perchè ho controllato, se scrivo ha giocato 267 in campionato è perchè ho controllato! Su transfermarkt puoi vedere anche la durata degli infortuni vedi il giorno preciso anche della messa a dipsosizione e i giorni di infortunio, cosa che è fondamentale per scoprire le stupidaagini che sono state scritte sull’infortunio di tonelli a inizio stagione per esempio.
            Mi sorprendi anche i paragoni che fai con messi neymar e suarez, ti mancava solo distefano che giocò fino a 40 anni quasi e che smise perchè sua figlia gli disse che gli sembrava ridicolo vedere un 40 enne in pantaloncini corti. Per quanto i nostri siano grandi giocatori non credo che possano essere minimamente paragonati a questi 3 personaggi, a cui potremmo aggiungere anche ronaldo e qualcun altro. Per non parlare poi del fatto che per come gioca il napoli la dinamicità del pressing c’è bisogno di una gran costanza, una quantità, che hamsick, mertens e insigne non possono dare per natura, ma che, a messi and co di certo non chiedi di fare pressing per 90 minuti perchè avendo ben altre risorse nessun allenatore sano di mente li farebbe scaricare inseguendo palloni.
            Non mi annoi anzi io credo che è fondamentale discutere e alzare anche il livello della discussione, altrimenti si rimane sulle solite posizioni (papponiste) sterili. Qui nessuno (almeno non io) discute che Sarri sia un grande tecnico, ricordiamo che ha vinto il titolo come miglior tecnico della serie A, e non certo per simpatia, ma io capisco che se in panchina hai Lopez e poco altro, non hai alternative, ma se hai strinic e gholam come è possibile che delle prime 24 partite ossia da agosto a gennaio in pratica 5 mesi, gioca 4 partite (3 da titolare) sapendo per giunta che poi ghoulam va via tutto il mese di gennaio? questi sono i numeri i dati, sarri non fa turn over, non c’è discussione, appena rientrato (fine gennaio) ghoulam senza un giorno di riposo è subito stato titolare, 7 partite consecutive, finchè non è stramazzato schiattato, e adesso gioca strinic. Poi potremmo parlare di maksimovic, pavoletti e milik, e tutti i dati dicono solo una cosa, non esiste previsione e alternanza ragionata, che oggi tutti fanno, sempre e comunque nel rispetto delle gerarchie che esistono e sono innegabili, io che invoco da settembre l’utilizzo di strinic, so perfettamente che ghoulam è + forte, ma certamente gholam al 10 % è più scarso. Chiudo dicendo che + in la dello stile, che a me non piace, scarica barile, su tutti, io di Sarri ho sempre e solo criticato il mancato utilizzo della rosa, che pregiudica in maniera drammatica non solo i giocatori ma gli investimenti della società e il nostro patrimonio che è tutta la squadra, per non parlare del futuro e dei giocatori che sicuramente non verranno, se hai esperienza (giak) vai in panca, se sei un giovane talento (rog) vai in panca, se devi abituarti alla difesa a 2 (maksi) vai in panca, se sei nazionale croato vai in panca, ooohhhh, ma chist chi quizzz è??? solo lui capisce gli altri allenatori del mondo invece sono una xiavica, di santoni negli ultimi 7 anni già ne abbiamo visti 2 e il 3° non sono disposto a ciucciarmelo visto la fine che questi grandi maestri hanno fatto, per cui dati alla mano critico e come. Su i grandi club, ti scrivo con calma un post, ma guarda la formazione del Barça di martedi scorso, testa a testa con il madrid, 5 cambi in campo, la juve idem contro il genoa, e sempre e personalmente dei ricambi juve io non prenderei nessuno, mi terrei ben stretto i nostri
            Ciao shark,un abbraccio grande,

          • White Shark

            Wow. Senza ironia non pensavo di meritare una risposta così imponente. Comunque al di là di statistiche e dati scientifici, dobbiamo pur considerare che alla base ci sono gli uomini e i loro rendimenti e anche le loro idiosincrasie. Chi segue il gruppo in allenamento durante la settimana è Sarri che si avvale anche di uno staff (soprattutto medico) di grande livello. Se ritiene e gli viene garantito che gli indicatori sono positivi, fa bene ad affidarsi a chi meglio interpreta lo spartito che ha immaginato. Poi, tutto a posteriori è opinabile, soprattutto se le cose per una volta vanno storte.

      • Enrico Pessina

        Assolutamente d’accordo.
        Penso che si tratti di una deliberata provocazione, perché gli argomenti sono troppo assurdi per essere veri.

    • Ciccio Bomba

      argomentazioni basate su fatti inesistenti. non serve neanche smentirti.

      • vicchiariell

        meno male, adesso sto + tranquillo, i tuoi argomenti sono definitivi, grazie

  • Gianfranco D’Alascio

    i preliminari sostituirebbero le amichevoli di fine estate. Ma dato che anche la serie A inizia prima, è comunque tutta la preparazione che va anticipata, quindi potrebbe non cambiare niente

  • Massimiliano Pontrelli

    Comunque il Monaco se ne è fatti 2 di preliminari… Primo in ligue 1 davanti al psg e in semifinale Champions contro gli innominabili. Così per dire…

    • marco

      E aggiungerei dopo averne presi ben 5 al San Paolo nell’amichevole estiva!

      • Massimiliano Pontrelli

        Appunto. Se la smettessimo di essere patetici…

        • Jacopo Carrucci

          ma che patetici, patetico è questo ottimismo da Udinese

          • White Shark

            Stante ad oggi, dimmi le tue aspettative reali non le fantasie.

          • Jacopo Carrucci

            Senza polemica. Voi avrete sbollito la rabbia per un mercato estivo pessimo, io ancora no! me la sono proprio legata al dito, sono passati dieci mesi e ancora schiumo se penso che entrano 90 milioni di euro e qui non viene Falcao o Mascherano et similia. Milik, Zielinski, Rog, pannicelli caldi, per non parlare di Maksimovic…fumo negli occhi proprio. E il risultato – badate – non è costruire, la prospettiva, l’anno prossimo la squadra giocherà a memoria, sè magari, ma solo tirare a campare per vedere se incrociando le dita fai secondo (o terzo) ogni anno per intascare il premio Champions. Stop. Guardate le serie storiche da Mazzarri a oggi: secondi, terzi, sesti, secondi, terzi, il pendolo di Focault.
            L’unica vera soddisfazione è stata la quasi finale di Europa League, l’ho detta.

          • White Shark

            Lo dico per l’ultima volta perché poi star sempre a rivangare su quello che è stato, annoia a morte. ADL ha per indole e carattere quello di voler sempre condurre le danze. Lo ha sempre fatto. Facci caso, ad ogni partenza dolorosa, ha sempre contrapposto un arrivo importante. La scorsa estate no, e lo dico con una convinzione quasi assoluta. È stato colto clamorosamente in contropiede. Non che gli abbiano fatto ribrezzo i 90 e passa milioni incassati per quel quaquaraquà, solo che quando è successo, si è trovato spiazzato nei tempi (e qui credo,che marmotta l’abbia studiata bene la mossa di esercitare la clausola all’ultimo per non lasciare molti margini) e pur avendo una signora cifra, era oggettivamente difficile con poco tempo individuare il colpo giusto, senza correre il rischio di buttarli quei soldi. Milik è stata una bella intuizione (tra l’altro non economica) ma purtroppo anche il destino c’ha messo del suo. Con tutto ciò, il Napoli ha tenuto botta e sta mantenendo una ottima posizione con la speranza che la Roma finalmente paghi dazio per i molti regali (rigori dubbi insegnano) avuti e stecchi due o tre delle gare toste che gli restano. In ogni caso mi tengo stretto il preliminare.

          • vicchiariell

            non solo sono d’accordo, ma aggiungo che con quei soldi la rosa è diventata molto + forte (nonostante non sia stata utilizzata a dovere e in alcuni casi per nulla) e che il napoli ha segnato di +, al netto della rabbia e della delusione di perdere il + grande bomber della serie A di tutti i tempi, i dati dimostrano che la società a quella perdita non solo ha saputo reagire ma che la squadra non ne ha risentito minimamente anzi è pure migliorata, ma del resto è migliorata anche la roma . Qui c’è gente che parla di mascherano e falcao, 6 milioni + bonus l’anno e quasi 33 anni il primo, 9 milioni e 31 anni il secondo, c’è gente che crede davvero che vai con un assegno e ti prendi sti giocatori e li porti a Napoli, ma dove vogliamo andare, il 5 budget del 4 campionato d’europa, se poi il santone di turno il masaniello toscano soffia sul fuoco permettimi di incavolarmi, vedi a che serve il turn over? maksimovic agli occhi di questi paponisti è diventato una mòppina, rog na xifexxa e milik il peggio, giak con quell’europeo l’ultimo re xtr@nz, e diawara una nullità, peccato è davvero una pena, diawara è arrivato solo perchè la roma non poteva prenderlo per il fair play finanziario, giak strappato al toro, rog, milik e zielinski per un soffio non sono andati in inghilterra, e grazie al cash presi per la m@ppona argentina, adesso questi vgoliono giocatori che non verranno mai, perchè sanno che altrove possono prendere gli stessi soldi e giocare, a napoli prendi i soldi e ti svaluti in panchina, cosa vale pavoletti oggi? chi ti da 18 milioni per uno che in 4 mesi ha giocato 193 minuti su quasi 1600 minuti disponibili?

          • Jacopo Carrucci

            In effetti hai ragione. Per Icardi tentó, pure con la storia del cinema per Wanda, mannagg

  • Eduardo

    Diciamo che quest anno non ci sono né mondiali ne europei.
    Abbiamo un gruppo abbastanza consolidato con un buon gioco e abbastanza esperienza.
    Quindi anche se arriviamo terzi ……………….👍👍👍👍👍
    L importante sarà andarci Eppoi mi aspetto dal presidente una campagna acquisti di livello sia per la Champion da affrontare ma soprattutto per il campionato per la corsa ai 4 posti con accesso diretto

    • giancarlo percuoco

      sono d’accordo. si dimentica il particolare dei campionati mondiali. l’altra volta avevamo più di mezza squadra che rientrava dalle nazionali, oltre al fatto che eravamo molto più incompleti anche come rosa.

  • White Shark

    Cos’è quest’articolo, un ravvedimento operoso?
    Poi una parolina ai criticoni a prescindere. Il Napoli rischia di superare nel punteggio quanto fatto lo scorso anno che, in 90 anni di storia, costituisce il record assoluto (anche comparato con i campionati con 2 punti vittoria). Questo in un campionato dove si doveva affiancare una Champion (altro record storico il primo posto nel girone). Aggiungiamoci che in coppa Italia siamo usciti (in che modo lo ricordiamo bene) ed il Champion con il Real. Non esattamente con il Poggibonsi e la Sangiuseppese.
    Dimenticavo, la squadra corre più di tutte (si vede che i cambi sono sufficienti) e non si capisce perché un Ibrahimovic a 35 anni le può giocare tutte e un Callejon no.

    • Enrico Pessina

      Clap, clap, clap.

    • un ravvedimento operoso :-)))

    • Dario

      ti aggiungo un dato a supporto di ciò che dici (e magari a beneficio di qualche scienziato che prima le spara e poi si offende se gli riporti il virgolettato delle perle che dispensa…): a proposito dei cambi, ci sono ben 16 giocatori che hanno giocato almeno 1/4 dei minuti totali, ossia che, in una stagione in cui spesso si sono giocate 2 partite a settimana, è come se avessero fatto almeno una presenza da titolare ogni 2 settimane (o comunque ogni 4 partite). Non solo, ma tra gli altri (ossia chi ha giocato meno del 25% dei minuti) trovi i vari Milik e Tonelli (infortunati di lungo corso), Gabbiadini (ceduto a metà stagione con quasi 800′ all’attivo) e Rog, che è stato inserito più tardi degli altri per motivi che l’allenatore almeno ha spiegato, ma da quando è stato inserito mi pare che è stato schierato titolare anche in alcune delle partite più importanti della stagione (Roma). Comunque sono numeretti in più, anche inutili da citare rispetto ai risultati chiaramente positivi, se non eccezionali (rispetto alla storia e tradizione del Napoli), che hai già citato tu

      • White Shark

        Rog se non ricordo male, ha giocato anche il ritorno col Real. Per le statistiche ieri ho suggerito a vicchiariell di inserire su qualsiasi motore di ricerca la frase: “statistiche minutaggio calciatori” e, come dici tu, cadono tutti i miti di un Napoli, o meglio Sarri, allergico ai cambi (salvo le giuste eccezioni che facevi su infortunati e altro) o, dall’alto lato della medaglia, di altri fenomeni che ruotano calciatori manco fossero in una porta girevole di un albergo. Si guardassero i minutaggi del trio d’attacco del Barça o dei madridisti o di qualsiasi top club. Poi ci sarà il fenomeno che mi citerà Bale (dimenticandosi magari il lunghissimo infortunio).

        • Dario

          su Rog, mi pare sia entrato nel secondo tempo nel ritorno con il Real, mentre ha giocato da titolare anche l’andata di coppa italia a torino…considerando anche i big match giocati da Diawarà e Zielinski, non mi pare si possa dire che il mister si faccia problemi a mettere in campo chi vede meglio in quel periodo e per quella partita, indipendentemente da età, nome o altro…se poi si pretende che faccia ruotare “a prescindere” gli uomini, solo per farli contenti ed indipendentemente da quello che vede in allenamento, allora semplicemente non condivido

          • Jacopo Carrucci

            Rog ottimo giocatore, mezzo dribbling, quattro tiri in porta, tanto sudore. Ah sì ma ha giocato poco, è vero. Ricordo che quando giocava poco Pastore nel Palermo faceva i fossi a terra in 10 minuti

      • Luigi Ricciardi

        Ciao Dario,
        E aggiungo ancora : dei nuovi acquisti, solo 2 hanno fatto bene la preparazione, Milik e Zielinski, infatti hanno giocato dalla prima giornata.
        Giaccherini e tonelli hanno praticamente saltato il ritiro, Diawara e Maksimovic sono arrivati senza aver fatto la preparazione con nessuno perché fuori rosa dalle precedenti formazioni.

        • Dario

          esatto. In ogni caso non è che Sarri è infallibile, semplicemente mi pare uno dei pochi che spiega sempre i motivi delle sue scelte e che per quello che sta ottenendo (e parlo di risultati), se certamente non va trattato come un dio, almeno si dovrebbe essere guadagnato un po’ di rispetto… e resto davvero esterrefatto di come invece certi soggetti stiano qui a sparare sentenze come se fosse l’ultimo degli imbecilli. Un conto è sollevare un dubbio/perplessità su un modo di fare/gestire, altra cosa è ergersi a detentori della verità assoluta e spernacchiare Sarri perchè non opera secondo una modalità EVIDENTEMENTE migliore…solo a me vengono i dubbi che se una cosa è evidentemente meglio, allora probabilmente verrebbe in mente anche a chi fa, di certe valutazioni, la propria professione???

          • White Shark

            Ottima sintesi per me.

    • Jacopo Carrucci

      Il terzo posto ce lo facciamo in fricassea con le alicelle. Tutti sti bei numeri e poi il Napoli è appena terzo nel campionato più squalificato d’Europa, finito a novembre sia per il vertice (manco la Bundesliga) che per la lotta per non retrocedere. Altre tifoserie sarebbero come minimo guardinghe, sul sì-bene-però, invece noi pare che siamo contentissimi, bah

      • White Shark

        Tornare a dare il giusto peso alle parole. Io mi ritengo soddisfatto, considerate le premesse, i pronostici nefasti di molti e le rogne di questo campionato (in primis l’infortunio ad Milik). Contentissimo no, mai detto. Tuttalpiù direi che essere realisti (e qui il mio dare il giusto peso alle parole) vuol dire esattamente considerare un buon campionato quello nostro. Ottimo se arriva il secondo posto. Uno scudetto lo avrei definito eccezionale, come eccezione può essere un trofeo vinto da un gruppo di giovani di belle speranze con qualche ottimo giocatore in rosa.

        • Jacopo Carrucci

          realisti va bene, però sai cos’è, dopo aver assaporato quasi lo scudetto l’anno scorso (oh c’eravamo eh, campioni d’inverno) è brutto pensare di dover stare fermi due, tre giri. Un po’ frustrante, anche perché vuol dire che hai investito poco oppure non nella maniera giusta (andato via Higuain ci voleva un top player poche chiacchiere, non un buon-giocatore-funzionale agli schemi bla bla)

      • Jean Paul Sartre

        Concordo.

  • achille cirillo

    Il terzo posto non è affatto una tragedia, Il preliminare in se non mi preoccupa più di tanto (certo lo devi giocare e superare), non mi preoccupa neppure il cominciare prima la stagione, La vera incognita è la gestione del mercato. Si farà un mercato a prescindere dal piazzamento, o come con l’ultimo terzo posto si aspetta di passare eventualmente ai gironi? Spero che il precedente sia stato da insegnamento…la dimensione attuale del Napoli credo permetta un mercato a prescindere cosa che forse non ere due anni fa.

    • giancarlo percuoco

      però, se vogliamo, pure il mercato non richiede urgenze assolute. la volontà di prendere un portiere mi sembra che ci sia. poi bisognerebbe fare qualcosa almeno sul ruolo del terzino destro, e forse non ci vuole manco una grossa cifra. per il resto i soldi di qualche probabile uscita forse sono sufficienti per il rimpiazzo. gli altri ruoli sembrano abbastanza coperti.

      • achille cirillo

        Verissimo, il grosso del mercato è stato fatto la scorsa estate. Paradossalmente però, il mercato che verrà è più difficile perché in teoria dovrebbe essere quello dell’agognato salto di qualità.

  • Guglielmo Occam

    Articolo pienamente condivisibile, quindi niente lamentele preventive e mani avanti….ce la possiamo giocare con chiunque…

    • Venio Vanni

      Per lamentele, orari, maniavantismo e lacrime preventive citofonare Sarri…

    • Jacopo Carrucci

      Già giusto con la Chiunque Football club. Poi basta un Besiktas o un Atletico Bilbao e aurevoir

      • White Shark

        Se parti con questi presupposti e questo ottimismo, ti chiedo di non guardarlo il preliminare. Ti scongiuro. Qua di gufi già ne è pieno il sito. Facciamo così, aggiorniamoci direttamente per i gironi, così siamo tutti più felici.

  • Lluixhi

    Alla faccia della “stagione apertissima”di Gallo. Il terzo posto per questo Napoli è l’orlo del baratro, altro che

    • Enrico Pessina

      Niente di meno?

    • Jacopo Carrucci

      concordo

    • Jean Paul Sartre

      Concordo.

  • Jean Paul Sartre

    Il Napolista in versione Esopo: la volpe e l’uva :)))

    • White Shark

      Ma dalle tue parti una bella fiera, chessò, un film in sala, una gita fuori porta, no? Stai semp ccà. Ma ti sei affezionato? Che c’è pure i tuoi simili ti maltrattano? Ho capito, è la Sindrome di Stendhal. Non riesci a staccarti dal bello. Il tuo mondo è solo opportunismo, conta solo vincere.

      • Jean Paul Sartre

        Coi miei commenti illumino le vostre menti ottenebrate.

        • White Shark

          Ma sei tu che vai contromano in autostrada.

    • Jacopo Carrucci

      infatti. Il preliminare è pessimo, ma questo ci sta e questo ci prendiamo, non mi venite a dire che però va bene ché fate sorridere. Anzi fate in pieno la parte della volpe 😉

      • White Shark

        Lo sai che quello con cui stai interloquendo è un gobbo e ti (ci) sta pure prendendo per i fondelli?

        • Jacopo Carrucci

          Ah no, coi gobbi mai, grazie della soffiata

        • Jean Paul Sartre

          Non mi permetterei mai.

  • Effe Bongi

    concordo con l’articolo.
    profondità della rosa, assetto tattico consolidato, anticipo dell’inizio del campionato e (soprattutto) assenza di competizioni estive, rendono il probabile preliminare meno minaccioso rispetto a due anni fa.