È finita, ci siamo liberati del Real Madrid

Posta Napolista / La Napoli pedatoria passa repentinamente dalle atmosfere festanti da sbarco degli Alleati di via Carbonara alla severa psicoanalisi del doppio Sergio Ramos.

È finita, ci siamo liberati del Real Madrid
Insigne e Casemiro in Napoli-Real Madrid (Cuomo)

Tres dias di passione

È finita! È finita! Ci siamo Liberati del Real!

Compendio di tres dias di passione che segnano l’aspetto e l’animo del pedatore napoletano medio (esclusi, ovviamente, i savi e quel 10% di tifosi altri, e non sono razzista).

Detto ciò, stamane, incamminandomi in quel di Foria per il consueto travaglio (nota a margine: c’era un’arietta fredda, un venticello nordista e pure lo sciopero dei mezzi pubblici), Napoli appariva come la città di Sanremo il giorno dopo la conclusione del Festival Nazionale (i fiori per strada in omaggio al gentil sesso). Così, ancora indolenzito dalle numerose ruck, rimaste, ahimè, senza esito nel piazzale della metro di Campi Flegrei (sempre per la cronaca ieri ero allo stadio), decido di entrare in un bar onde scetarme dal torpore del risveglio post-pedatorio.

Silenzio tombale

Un silenzio tombale nel locale. Da uno schermo posto sulla parete, l’Antico Toscano (leggasi Maurizio Sarri), spiegava ai comuni mortali (allo scrivente e al barista incazzato) che sui corner bisogna attaccare il punto più in alto della palla. Saranno state le sofferenze di cui sopra, ma ho compreso meglio – e con meno sforzo del cogito – la Dissertazione sull’arte combinatoria di Leibniz.

Ai miei tempi (cosi dicono coloro che s’intendono di pedata), ricordo – prosaicamente – le scamazzate di Bruscolotti e Ferrario sugli scarpini degli avversari: vecchi arnesi ormai fuori zona.

La psicoanalisi del doppio Sergio Ramos

Comunque, al di là di ogni vana pretesa, la Napoli pedatoria passa repentinamente dalle atmosfere festanti da sbarco degli Alleati di via Carbonara alla severa psicoanalisi del doppio Sergio Ramos (ne bis in idem).

Codicillo post-stadio. Se può interessare ai leggitori, lo scrivente, verso le primissime ore della giornata odierna, ritornando dalle ruck succitate, ha ottenuto una sua personale Liberazione – provvidenziale – della vescica ridotta a mo’ di zampogna. La causa del disservizio? I servizi igienici da Urlo dell’impianto di Fuorigrotta. Nel condominio stanno tuttora misurando i decibel.

Saluti ai pedatori

ilnapolista © riproduzione riservata