Sarri alla Juventus? La bufala corre sul giornalismo di carta

Sarri alla Juventus? La bufala corre sul giornalismo di carta

Poiché siamo di Napoli, ora viviamo a Napoli, e restiamo affezionati alla gloriosa testata che dovrebbe rappresentare la città, questa mattina siamo balzati dalla sedia leggendo in prima pagina: “Care sirene dal web, giù le mani da Sarri” con occhiello: “In rete iniziano a circolare voci su interessi di altre grandi squadre”. Sul web? Possibile che non ci siamo accorti di una notizia o gossip del genere?

E l’ignaro Carratelli, firma prestigiosa nonché napolista ad honorem, ovviamente imbeccato dallo studio centrale, attacca così il suo articolo: “Se il terrore correva sul filo, il gossip corre sul web. È la stampa on-line, bellezza. È il trionfo dei social-network. È il villaggio globale dei facebook, degli hashtag, degli instagram. Dici la tua che ho detto la mia. Ora, se può risultare molto gradevole rimbalzare dalle ultime novità sul lato B di Kim Kardashian, il migliore a Los Angeles, alle ultime notizie su Wanda Nara in Icardi e in bikini sulle nevi di St. Moritz, molta altra roba è spazzatura. La raccolta differenziata non è prevista. È la nuova democrazia della chiocciola e del punto it”. Tutto questo come preambolo: il succo è che qualcuno, non si sa chi ma si sa che è on line, avrebbe scritto che Sarri andrà in una grande squadra, lui scrive innanzitutto la Juventus. “Probabilmente –prosegue – il pettegolezzo nasce da un’equazione irrinunciabile: se Allegri va al Chelsea, Sarri va alla Juventus. Nientemeno? Ma come?”. 

Ovviamente Carratelli non naviga, gliel’hanno detto e lui giustamente si è fidato. E allora noi, diligentemente ma anche con sprezzo del pericolo, digitiamo www.google.it. E scriviamo “Sarri alla Juventus”. Niente, non troviamo niente, nemmeno su www.notizieinventate.com. Proseguiamo con “Sarri al Milan”, niente, nemmeno su “bufalenapoletane.org”. E lo stesso dicasi per “Sarri all’Inter”.

Ma vuoi vedere che questa notizia l’ha inventata Il Mattino? Naaaaa, non ci possiamo credere. E poiché siamo coscienziosi, chiediamo un po’ in giro e pare che questo spiffero sia stato pronunciato in televisione da Antonio Corbo (noto giornalista web) che avrebbe annunciato a Canale Otto un valzer di panchine con Sarri alla Fiorentina. Mah. Giornalismo catodico o, meglio, a cristalli liquidi.

Preferiamo evitare pedanterie come la verifica della notizia, in fondo rimaniamo legati a quel vecchio adagio: “Mai sporcare una bella storia con la verità”. E a proposito del giornalismo on line e di quello di carta ripensiamo alla cara professoressa Almerinda Minervini che un giorno ci spiegò la differenza tra umanesimo italiano e umanesimo latino: “Uno era scritto in italiano e l’altro in latino”.

ilnapolista © riproduzione riservata