Campionato provvisorio: Milan in testa, Juve a due punti con 2 match in meno, Lazio ok, geme l’Inter

E‘ la Lazio la squadra-regina del girone di ritorno: 9 punti in quattro partite. Ma è un campionato falsato dai rinvii per la neve. Il Milan è un capolista provvisorio, due punti avanti alla Juve che ha due partite da recuperare. Sta cedendo l’Udinese: tre sconfitte nelle prime quattro gare del “ritorno”, quattro in cinque partite se si considera anche l’ultima giornata dell’andata.

L’Inter geme, seconda sconfitta consecutiva, battuta a San Siro dal Novara ultimo (0-1). Per la squadra di Ranieri tre sconfitte nelle ultime quattro partite e fuori dalla Coppa Italia.

Con la sconfitta contro il Milan (1-2), l’Udinese ha perduto l’imbattibilità casaling. L’unica squadra imbattuta in assoluto resta la Juventus. Il Milan ha colto la settima vittoria fuori casa (14 vittorie in totale). Nessuno come i rossoneri. Fuori casa continua a non vincere il Palermo, battuto a Cagliari.

I recuperi livelleranno gli sforzi delle squadre di testa. Se il Milan giocherà ogni tre giorni per gli impegni in Champions, la Juventus dovrà fare altrettanto giocando a metà settimana i recuperi esterni con Parma e Bologna. La sfida diretta fra le due squadre è fra dodici giorni a San Siro.

Impegnate in Europa League la Lazio e l’Udinese. Delle prime sette in classifica solo la Roma non avrà impegni infrasettimanali.

RISCOSSA MILAN – Il Milan, senza Ibrahimovic squalificato e in svantaggio a Udine per il gol di Di Natale (19’), dopo avere rischiato il tracollo in contropiede (Amelia migliore in campo) si riscatta nell’ultima mezz’ora e va al sorpasso (77’ Maxi Lopez, 85’ El Shaarawy). Per Maxi Lopez un gol e l’assist per il raddoppio di El Shaarawy.

IMPRESA NOVARA – L’Inter si fa infilare da Caracciolo (56’) e nonostante un ardente assedio finale lascia al Novara ultimo in classifica i tre punti. Impresa della squadra piemontese alla prima vittoria fuori casa. Per Mondonico subentrato a Tesser 4 punti in tre partite. All’andata anche il Novara di Tesser aveva punito pesantemente l’Inter (3-1) nell’ultima partita di Gasperini.

Ranieri le ha tentate tutte. Comincia con una punta (Milito) e inserisce Sneijder in un 4-3-2-1. Nella ripresa scaraventa in campo tutte gli attaccanti (Forlan e Pazzini con Milito) e fa ricorso a Nagatoma per avere più spinta sulla sinistra.

TRACOLLO INTER – Il Novara si difende in massa e gioca gli ultimi dieci minuti con un uomo in meno (79’ espulso per doppia ammonizione Radovanovic). Sneijder si danna in tutti i modi. Nove le conclusioni dell’olandese. Clamorosa traversa all’88’, poi palla-gol di Pazzini sul portiere (93’). Per l’Inter è la nona sconfitta (4 in casa). Reduce dallo 0-4 all’Olimpico con la Roma, ha ritrovato grinta e determinazione, ma ha “bucato” il risultato.

In basso, il Novara aggancia il Cesena e si porta a 4 punti dalla zona-salvezza. Ma è tutto precario con le partite da recuperare.

PALERMO OUT FUORI CASA – Straordinario il Cagliari con il cileno Pinilla, appena giunto dal Palermo, il velocissimo e possente colombiano Ibarbo e il giocoliere brasiliano Thiago Ribeiro. Abbatte il Palermo (2-1) che gioca coraggiosamente all’attacco (però privo di Miccoli, infortunato). Gran protagonisti i due portieri, Agazzi e Viviano. In gol Pinilla (56’), Dessena (81’), Hernandez su rigore (83’). Per il Cagliari 7 punti nelle ultime tre partite. Per il Palermo ottava sconfitta in trasferta in 12 gare (quattro pareggi, nessuna vittoria).

RIMONTA LAZIO – Nell’anticipo del giovedì, clamorosa rimonta della Lazio in dieci uomini sul Cesena (3-2). Romagnoli avanti di due reti (14’ Mutu, 34’ Iaquinta su rigore). La Lazio sembra spacciata con Konko espulso (33’). Ma un prodigioso gol di Hernanes (53’) apre la strada per la rimonta (61’ Lulic, 63’ Kozak). Capovolto il risultato in dieci minuti. La Lazio ha il secondo attacco del campionato (37 gol, 45 per il Milan) ed è ora terza in classifica sorpassando l’Udinese.

CADE IL GENOA – Il Catania torna a vincere dopo due mesi e schianta il Genoa (4-0). Rigore di Lodi (7’), doppietta di Barrientos (49’ e 52), poker di Bergessio (62’). Il Genoa si è bloccato dopo tre vittorie consecutive con Pasquale Marino in panchina al posto di Malesani.

Il Lecce lotta con i denti a Bergamo e strappa il pari (0-0) con l’Atalanta che colpisce due pali. Con Cosmi in panchina 9 punti in nove partite. La squadra resta al penultimo posto davanti all’accoppiata Cesena-Novara.

CHAMPIONS – E si va alla prima settimana di Champions che vede impegnato per primo il Milan tra le tre squadre italiane. Milan-Arsenal è in programma mercoledì.

L’Arsenal è quarto nella Premier League alla pari del Chelsea. Ha un buon bottino interno (26 punti contro i 17 in trasferta). Più solida la difesa milanista di quella dell’Arsenal.

La squadra di Wenger si è riscattata in Premier con due vittorie consecutive dopo tre sconfitte e un pareggio. L’olandese Van Persie e il francese Thierry Henry sono le “stelle” dell’Arsenal. Per il match di mercoledì Allegri sta valutando le condizioni di Boateng, Pato, Nesta e Abbiati sperando di recuperarne qualcuno.

POSTICIPI – Le due partite del lunedì: Napoli-Chievo e Siena-Roma. Gli azzurri vincendo potrebbero portarsi a due punti dal quinto posto (Inter) sempre che la Roma non faccia risultato pieno a Siena.

23^ GIORNATA.

Lazio-Cesena 3-2, Udinese-Milan 1-2, Cagliari-Palermo 2-1, Parma-Fiorentina rinviata, Catania-Genoa 4-0, Atalanta-Lecce 0-0, Inter-Novara 0-1, Bologna-Juventus rinviata. Lunedì 13: Napoli-Chievo, Siena-Roma.

CLASSIFICA: Milan 47; Juventus 45; Lazio 42; Udinese 41; Inter 36; Roma 35; Napoli e Palermo 31; Genoa e Cagliari 30; Fiorentina 28; Chievo, Parma, Catania 27; Atalanta 24; Bologna 22; Siena 20; Lecce 18; Cesena e Novara 16.

Juventus, Fiorentina, Parma, Catania, Siena, Bologna due partite in meno.

Napoli, Chievo, Roma, Genoa, Atalanta, Cesena una partita in meno.

PROSSIMO TURNO. Venerdì 17: Fiorentina-Napoli, Inter-Bologna. Sabato 18: Juventus-Catania: Domenica 19: Lecce-Siena, Novara-Atalanta, Genoa-Chievo, Cesena-Milan, Roma-Parma, Udinese-Cagliari, Palermo-Lazio.

RECUPERI.

Catania-Roma 1-1

Mercoledì 15: Parma-Juventus, Atalanta-Genoa, Cesena-Catania

Martedì 21: Bologna-Fiorentina

Mercoledì 22: Siena-Catania.

EUROPA LEAGUE. Ottavi (andata).

Martedì 14: Lione-Apoel, Leverkusen-Barcellona.

Mercoledì 15: Milan-Arsenal, Zenit-Benfica.

ilnapolista © riproduzione riservata