Il Napoli è a cinque punti dal terzo posto

Il Milan vince a Cesena e risponde alla Juve che, sabato, aveva battuto il Catania. Rossoneri di nuovo in testa, un punto sopra ai bianconeri che però hanno una partita da recuperare, il 7 marzo a Bologna.

Seconda vittoria del Milan senza Ibrahimovic squalificato e seconda consecutiva vittoria in trasferta: 3-1 a Cesena (28’ Muntari, 30’ Emanuelson, 55’ Robinho, 65’ Pudill) dopo il 2-1 a Udine. Per i rossoneri record di vittorie (15). A Cesena non solo Ibra fuori, ma anche Boateng, Nesta, Pato, Seedorf, oltre ai soliti giocatori fermi in infermeria da tempo.

Milan con l’attacco migliore (48 gol), Juve con la migliore difesa (14 reti). Sabato, a San Siro, il confronto diretto. All’andata 2-0 per i torinesi siglato negli ultimissimi minuti da Marchisio (87’ e 93’). Sabato non ci sarà Boateng. Giovedì la Corte federale deciderà sulla squalifica di Ibra (3 giornate). Se la conferma, anche lo svedese mancherà il big-match.

A Cesena buon Milan nel primo tempo, debutto da titolare di Muntari e gol, Maxi Lopez dal primo minuto però deludente, in evidenza Emanuelson. Rossoneri in calo nella ripresa: brutto segnale alla vigilia del confronto con la Juve che corre e aggredisce per 90 minuti.

RIPRESA JUVE – La Juventus, dopo due pareggi, riprende a correre. Grande esibizione contro il Catania (3-1: Barrientos 4’, Pirlo 22’, Chiellini 74’, Quagliarella 81’) e unica squadra imbattuta in Europa (26 risultati utili consecutivi fra campionato e Coppa Italia). Il Catania ha giocato in dieci gli ultimi 25 minuti per l’espulsione di Motta (doppio giallo).

E’ tornato il furore bianconero, una squadra che sfianca l’avversario con la corsa, l’aggressività costante, il pressing alto. Per un giorno in testa alla classifica, poi la “risposta” del Milan.

TERZO POSTO – L’Udinese aggancia la Lazio al terzo posto. Ma, senza Di Natale, Isla e Pinzi, la squadra friulana non passa contro il Cagliari (0-0). La tattica del fuorigioco e la difesa a oltranza dei sardi “imbavagliano” la formazione di Guidolin che ha avuto una sola vera occasione-gol quando il tiro ravvicinato di Pazienza veniva sventato sulla linea di porta da Agostini (61’).

Settimo risultato utile per il Cagliari (3 vittorie, 4 pareggi). Per l’Udinese appena 4 punti nelle ultime cinque partite.

Si schianta la Lazio a Palermo (1-5), seconda batosta della stagione dopo lo 0-4 di Siena alla 17^ giornata. In formazione di emergenza (5 titolari fuori), soprattutto in difesa, la Lazio cede di schianto.

Dopo che il 24enne uruguayano Alfaro, al debutto, manca una clamorosa palla-gol, la squadra di Reja si consegna al tiro a segno del Palermo. Prima due conclusioni balistiche di Barreto (10’) e Donati (20’), poi un colpo di testa di Silvestre (42’), un gol di Budan nel deserto della difesa laziale (47’) e un gol in fuorigioco di Miccoli (51’) confezionano la cinquina palermitana. Gol della bandiera di Kozak (85’). Espulso Dias al 74’ (doppio giallo).

Nelle ultime quattro partite, compresa quella con l’Atletico Madrid in Europa League, la difesa della Lazio ha incassato 13 gol.

ROMA QUINTA – Alla Roma basta un gol di Borini (26’) per piegare il Parma all’Olimpico (1-0), protagonista il portiere emiliano Mirante che ha sventato numerose palle-gol dei giallorossi. Borini è in prestito oneroso alla Roma proprio dal Parma.

La Roma sorpassa l’Inter e si piazza al quinto posto, un punto davanti al Napoli, due sui nerazzurri.

Per Donadoni, alla guida del Parma, prima sconfitta dopo cinque gare (2 vittorie, 3 pareggi). Per la Roma seconda vittoria consecutiva casalinga (5 successi e 2 pareggi nelle ultime sette gare interne).

SALE IL NAPOLI – Alla vigilia del primo match col Chelsea per gli ottavi di Champions il Napoli piazza un gran colpo vincendo sul campo della Fiorentina (3-0 doppietta di Cavani, gol finale di Lavezzi). Quarta partita del Napoli senza prendere gol (a Firenze, in porta Rosati al debutto in campionato).

Sono 15 i gol di Cavani in campionato, alla pari con Ibrahimovic. Con Juventus, Atalanta e Cagliari , la squadra azzurra detiene il record dei pareggi (10).

La Fiorentina cade in casa dopo due vittorie consecutive sul suo campo.

Per il Napoli (8 punti in quattro partite) si riapre il campionato. Sesto posto. Sorpassata l’Inter. Azzurri a un punto dal quinto posto (Roma) e a cinque dal terzo (Lazio e Udinese).

CRISI INTER – La squadra nerazzurra è in piena crisi. Battuta in casa anche dal Bologna (0-3 doppietta di Di Vaio e gol di Acquafresca), incoccia nella seconda sconfitta consecutiva a San Siro dopo il flop col Novara. Quattro le sconfitte nelle ultime cinque partite. Per il Bologna tre punti d’oro per staccarsi dalla zona-retrocessione con due partite da recuperare.

L’Inter giocherà domenica prossima a Napoli. Azzurri senza Hamsik, squalificato.

RETROCESSIONE – Larga vittoria del Lecce sul Siena (4-1: Del Grosso 25’, Muriel 32’, Di Michele su rigore 68’, Cuadrado 82’, Brivio 94’), unica squadra delle ultime tre a vincere. Ora il Lecce ha 4 punti di vantaggio sul Novara penultimo ed è a due punti dal Siena quartultimo. La squadra di Cosmi sembra la più convinta a battersi per la salvezza. E’ la squadra che, in basso, ha fatto più punti di tutti (8) nel girone di ritorno (13 con Cosmi in undici partite).

In evidenza nel Lecce i “gioielli colombiani” Muriel (21 anni) e Cuadrado (24), entrambi in prestito dall’Udinese.

Il Novara, dopo il colpaccio a San Siro contro l’Inter, si blocca in casa nel match con l’Atalanta (0-0). Il punticino serve ai piemontesi per lasciare al Cesena l’ultimo posto, un punto sotto. La squadra romagnola è la più battuta del campionato (15 sconfitte, quattro nelle ultime cinque partite).

DELUSIONE GENOA – Terza sconfitta consecutiva per il Genoa, battuto a Marassi dal Chievo (0-1: Thereau 30’). La difesa genoana si conferma la più battuta del torneo (44 gol). Il Chievo torna a vincere dopo due sconfitte e a Genova centra la seconda vittoria consecutiva fuori casa.

SERIE A – 24^ GIORNATA

Fiorentina-Napoli 0-3, Inter-Bologna 0-3, Juventus-Catania 3-1, Lecce-Siena 4-1, Novara-Atalanta 0-0, Genoa-Chievo 0-1, Cesena-Milan 1-3, Roma-Parma 1-0, Udinese-Cagliari 0-0, Palermo-Lazio 5-1.

RECUPERI.

Catania-Roma 1-1, Parma-Juventus 0-0, Atalanta-Genoa 1-0.

Martedì 21: Bologna-Fiorentina.

Mercoledì 22: Siena-Catania

Mercoledì 7 marzo: Bologna-Juventus, Cesena-Catania, Parma-Fiorentina.

CLASSIFICA: Milan 50; Juventus 49; Lazio e Udinese 42; Roma 38; Napoli 37; Inter 36; Palermo 34; Cagliari 31; Genoa e Chievo 30; Fiorentina, Parma, Atalanta 28; Catania 27; Bologna 25; Siena 23; Lecce 21; Novara 17; Cesena 16.

Partite da recuperare: Bologna (2), Fiorentina (2), Catania (2), Juventus (1), Siena (1), Cesena (1), Parma (1).

PROSSIMO TURNO. Sabato 25: Genoa-Parma (ore 18), Milan-Juventus (20,45). Domenica 26: Chievo-Cesena, Cagliari-Lecce, Catania-Novara, Siena-Palermo, Atalanta-Roma, Bologna-Udinese (20,45), Lazio-Fiorentina (20,45), Napoli-Inter (20,45).

CHAMPIONS LEAGUE. Ottavi (andata).

Milan-Arsenal 4-0

Martedì 21: Napoli-Chelsea (20,45).

Mercoledì 22: Marsiglia-Inter.

ilnapolista © riproduzione riservata