L’estate tranquilla del Pocho Lavezzi

Le ultime lo danno in giro per l’Argentina tra una partita di beneficenza e un’escursione con il figlioletto Thomas. A lui non piace pescare i dorados. Ha messo la testa a posto e questo non può che far piacere. Com’è diversa l’estate del Pocho Lavezzi. Lo scorso anno, di questi tempi, regnava il torna, non torna, parte, non parte. Il gaucho dalla faccia triste era lo zingaro che pensava solo al soldo. I titoli di giornali si sprecavano e la situazione si sbloccò soltanto grazie ad un viaggio di De Laurentiis in Argentina. Si misero attorno ad un tavolo lui, il Pocho ed il suo procuratore risolvendo la situazione grazie ad un ritocco sull’ingaggio e una rinnovata fiducia.  Oggi, a un anno di distanza, tutto è cambiato. “Il signor Lavezzi” come lo chiamava De Laurentiis” è un ragazzo tranquillo che ha digerito l’esclusione dal Mondiale e lancia messaggi di insofferenza… alle ferie. Vale a dire che non vede l’ora di ritornare. Lontani i tempi in cui era lo scapestrato dello spogliatoio. Oggi i problemi sono altri. Tutti si risolveranno e la quiete tornerà a regnare.

ilnapolista © riproduzione riservata