Il mister X è Edinson Cavani, ufficiale al Napoli

Il Napoli ha preso Edinson Cavani, el Matador, 23 anni, nazionale uruguagio e attaccante che ha segnato al Palermo dal 2007: 34 gol in 109 partite. Grande amico di Gargano (hanno giocato insieme nel Danubio). Cinque anni di contratto ad 1,8 milioni di euro ed ha già parlato con Gargano che gli ha raccontato la città e i suoi tifosi. I due si conoscono, sono amici e fino a poco tempo fa giocavano entrambi nel Danubio Futbol Club, quella fucina di talenti che in Uruguay non teme rivali e che proprio grazie alla prestazioni dei due giocatori si è aggiudicato il torneo di apertura e clausura nel 2006.. Determinanti i tredici gol del primo; decisiva la grinta del secondo, spinto in nazionale a furor di popolo. Parlano lo stesso dialetto. Provengono entrambi dal Nord dell’ Uruguay, ai confini con l’ Argentina, e forse per quello avevano legato tanto anche a Monte­video, nel vivaio del club bianconero. Cavani è nato a Salto mentre Gargano è di Pay­sandù . Il quotidiano locale “ El Telegrafo” dopo ogni prestazione dei due, uno con la maglia del Palermo, l’ altro con quella del Napoli usa dedicare un trafiletto ad entram­bi. Anche la radio locale in lingua italiana, gestita dalla colonia di torinesi emigrati da quelle parti, parla spesso delle imprese del “ matador“ ( o “ el Tronco” , altro sopranno­ me) come pure del “ mota”. Dopo il gol realizzato da Gargano alla Juve gli dedicarono uno speciale sia sul quotidia­no che in radio.   Cavani – ha detto in passato Gargano- e’ un ottimo attaccante, e in campo ci intendevamo alla perfezione. Il Danubio lo lasciò andar via perché c’erano altri gioca­ tori forti ed anche perché l’ offerta del Pa­lermo era allettante” .  Cavani è un attaccante centrale, che ama giostrare anche da seconda punta, alle volte sbaglia gol facilissimi, però ne segna anche di strepitosi. E’ veloce, ha un bel dribbling e protegge il pallone come pochi. Eccolo, il colpo a sorpresa della gestione Bigon-Mazzarri. L’ufficialità ci sarà nei prossimi giorni. Si attende la firma del calciatore. I tifosi iniziano a sognare. Basta poco per esaltare gli appassionati, anche se 16 milioni in 4 anni non sono pochi. Un altro sforzo del presidente ed un calcio agli scettici. Anche noi tra questi.

ilnapolista © riproduzione riservata