Il Corsera: «Altro che anti-Juve, l’Inter è l’anti-calcio»

«Un fallimento su tutta la linea. Povertà tecnica, litigi di spogliatoio, scelte cervellotiche di Spalletti, e mutilata dal caso Icardi l’unico in grado di segnare»

Il Corsera: «Altro che anti-Juve, l’Inter è l’anti-calcio»

«Un fallimento su tutta la linea»

Mentre a Napoli l’esercito di incompetenti – sempre più folto – storce il naso per l’inutile sconfitta di Salisburgo, a Milano sponda nerazzurra incassano l’ennesimo flop della stagione. Inter sconfitta 1-0 in casa ed eliminato in Europa League dall’Eintracht Francoforte. La notte è buia su Milano, grazie anche alle grandi doti manageriali di Beppe Marotta il Jep Gambardella del calcio italiano:

“Io non volevo solo lavorare nelle società di calcio, io volevo avere il potere di farle fallire!”. E col caso Icardi ci sta riuscendo perfettamente

Il Corriere della Sera va giù duro dopo l’eliminazione dall’Europa League.

Il tris è centrato. Dopo aver perduto la Champions e la Coppa Italia, l’Inter viene battuta dall’Eintracht Francoforte e sbattuta fuori anche dall’Europa League. Un filotto di disonorevoli eliminazioni, un fallimento su tutta la linea per chi in estate aveva gonfiato il petto, convinto di potersi autoproclamare anti-Juve. L’Inter è solo l’anti-calcio, persa nella sua povertà tecnica, nei litigi di spogliatoio, nella scelte cervellotiche dell’allenatore Spalletti, mutilata dalla decisione di far fuori Icardi, l’unico giocatore in grado di dare un senso compiuto (il gol) a una squadra incapace di produrre gioco e che negli ultimi tre mesi ha visto sfumare gli obiettivi per cui correva. San Siro disgustato alla fine chiama la squadra sotto la curva per intimargli di tirare fuori gli attributi.

ilnapolista © riproduzione riservata