Fabian Ruiz aveva contratto l’influenza suina. Il Napoli lo aveva capito?

Lo spagnolo è tornato a casa ma nessuno a Napoli si era reso conto della gravità della situazione. Lo hanno scoperto i medici iberici

Fabian Ruiz aveva contratto l’influenza suina. Il Napoli lo aveva capito?

Fabian Ruiz è tornato a casa. Tutto è bene quel che finisce bene. Resta però una domanda.

Ma procediamo con ordine. Il centrocampista spagnolo, che era stato convocato in Nazionale e successivamente ricoverato in ospedale, è stato dimesso. Che cosa aveva Fabian Ruiz? Perché un giovane di 21-22 anni, per di più atleta, viene ricoverato per una banale influenza?

La risposta arriva dalla Spagna. Fabian Ruiz aveva contratto la cosiddetta influenza suina; l’influenza H1N1.

La notizia oggi è sia sul Mattino sia sul Corriere dello Sport. Il quotidiano di Caltagirone scrive che nelle prime ore neppure i medici spagnoli “erano riusciti a venire a capo dei problemi respiratori, della febbre alta e dello stato di affaticamento” di Fabian.

Poi, però, come si conviene a dei medici, i professionisti dell’Hospital Universitario La Moraleja hanno effettuato dei test. Scrive l’informato Pino Taormina che “nel passato il Borussia Dortmund venne falcidiato da una piccola epidemia interna e anche Toure e Abidal sono stati vittima del virus nel 2011”.

Fatto sta che nel Napoli nessuno se n’era accorto. Fabian non era stato convocato per la partita con l’Udinese. Eppure è partito per il ritiro della Nazionale. Come se avesse una banale influenza.

Per fortuna non ci sono state complicazioni.

Il Mattino scrive che il Napoli si è allertato e, temendo il contagio, ha inviato un messaggio a tutti i calciatori. Il senso è il seguente: non sottovalutate i sintomi e segnalateceli. Al momento la situazione è sotto controllo e non preoccupante.

ilnapolista © riproduzione riservata