Napoli-Zurigo 2-0, pagelle / Ounas piccola stella della serata

Se Sant’Arcadio è Fantozzi, Insigne è il secondo tragico Fantozzi. Adesso avanti ai quarti. Che il destino ci assegni il Chelsea?

Napoli-Zurigo 2-0, pagelle / Ounas piccola stella della serata

MERET. Più che altro abbiamo tremato per la sua incolumità fisica: dapprima vedendolo librarsi in volo contro Ceesay, poi alla fine della partita quando esce e sbatte, si rialza e rilancia. Tutto è bene quello che finisce bene, e senza gol – 6,5

HYSAJ. Ingarra finanche un tunnel ma è poca roba nel computo finale della sua prestazione. Onesta, ovviamente, e tentando di puntellare pure i compagni del centro. Quanto alle proiezioni offensive, il faticatore albanese è frenato dai suoi limiti – 6

CHIRICHES. Innanzitutto bentornato. Gli elvetici hanno un inizio frenetico e Chiriches viene preso di sorpresa. Al 4’ esita, per fortuna senza gravi conseguenze. Indi la partita si normalizza, il Napule ristabilisce le distanze e lui si gode il rientro, macchiato però da un giallo immeritato – 6

LUPERTO dal 56’. Aumentano le certezze su questo ragazzo, vero e proprio sosia di Albiol – 6

KOULIBALY. Il Maciste Nero risolve sempre problemi: al 12’ rimedia a una cappellata di Zielinski con una chiusura ermetica. Il resto scivola via in un San Paolo vuoto che non merita l’Europa League. Un unico sussulto nella ripresa, quando Khelifi viene lasciato solo soletto – 6,5

GHOULAM. Il secondo tempo meglio del primo. E tanti cross, anche a schiovere – 6

OUNAS. La piccola stella della serata. Re Carlo lo sta educando e si vede. Ounas è un hombre vertical e inventa la profondità a seconda della situazione. Ricama assist notevoli, come quello vincente per l’uno a zero di Verdi. Poi tocca a lui segnare, imbeccato da Mertens. Una serata da ricordare per Ounas – 7

MILIK dal 76’. E’ un periodaccio per il nostro caro Sant’Arcadio. Il suo digiuno sta avendo una deriva fantozziana, come quella palla mancata clamorosamente a pochi centimetri dalla porta, al 92’. Eppure una dozzina di minuti prima si esibisce in un gran tiro dalla distanza, deviato da Brecher. Forza Milik, ti aspettiamo – 5

ZIELINSKI. Si allena con scioltezza, senza l’adrenalina delle ultime partite. Detto della cappellata al 12’, San Piotr trotterella dal centro in su e solo una volta fa una cosa degna del suo rango: un assist per Insigne al 22’ – 6

ALLAN dal 66’. Una sgambatura, nulla più – senza voto

DIAWARA. Si limita a gestire, come un geometra diligente ma privo di fantasia. Talvolta prova a lanciare i compagni ma non gli riesce quasi mai, tranne al 30’ per Verdi – 6

VERDI. Un gran gol, al volo di piatto. Complimenti. Speriamo sia la molla per vederlo finalmente protagonista della rivoluzione di Re Carlo. Fa vedere altre cose buone e spesso spazia a destra in combutta con Ounas – 6.5

INSIGNE. Se Sant’Arcadio è Fantozzi, lui è il secondo tragico Fantozzi che continua a sbagliare gol già fatti. O è ciorta o è regressione – 5

MERTENS. Vanta l’assist per il gol di Ounas. Di suo, sfiora la rete al 38’, girando d’esterno una punizione di Insigne. Troppo poco – 5,5

ANCELOTTI. Avanti agli ottavi. E c’è la suggestione di un incontro del destino con la squadra del quartiere più ricco di Londra. Con il rischio però non trovare più in panca il Sarriball, causa esonero. Chissà. Ma la setta dell’estetica neozemaniana ha di che consolarsi: l’anno prossimo basterà un’ora di alta velocità per riabbracciare nella Capitale l’amato Comandante – 7

ARBITRO SIDIROPOULOUS (GRECIA). Incredibile il rigore non concesso su Ghoulam – 3

ilnapolista © riproduzione riservata