La conferma Uefa: il Manchester City rischia l’esclusione dalla Champions

Il capo degli investigatori Uefa spiega che le violazioni di cui è accusato il Manchester City potrebbero portare alla «sanzione più pesante».

La conferma Uefa: il Manchester City rischia l’esclusione dalla Champions

Indagini in corso

Da settimane si rincorrono le voci sulla possibile esclusione del Manchester City dalla Champions League, per violazioni del Faia Play Finanziario. Un’ipotesi che diventa ancora più realistica dopo le dichiarazioni di Yves Leterne presidente e capo investigatore dell’Uefa’s Club Financial Control Body. Secondo quanto raccolto dal Telegraph, le indagini sono in corso e potrebbero portare alla «sanzione più pesante». L’esclusione dalla Champions, per l’appunto.

I documenti raccolti nell’inchiesta internazionale Football Leaks farebbero riferimento ad operazioni illecite del 2015. Circa 60 milioni di sterline sarebbero stati versati illegalmente nelle casse del club dalla proprietà araba. Un’iniezione di fondi mascherata come una sponsorizzazione.

Le parole di Leterne: «Se certe informazioni dovessero rivelarsi esatte, ci sarebbe un contrasto con le dichiarazioni del City. Il fair play finanziario è basato su un sistema di dichiarazioni, tre mesi dopo che hanno chiuso i loro conti, i club devono depositare le cifre. Quindi eseguiamo controlli casuali sulla veridicità di quelle dichiarazioni. I conti sono esaminati e approvati internamente ed esternamente». Da parte sua, il Manchester City ha sposato fin dal primo momento un atteggiamento di rifiuto. Anzi, la risposta è sempre stata la stessa: «Si tratta di un tentativo per delegittimare il club e mortificare la sua immagine». Il club non ha voluto commentare gli ultimi sviluppi del caso.

ilnapolista © riproduzione riservata