Sconcerti: «Napoli maturo, Ancelotti l’ha portato oltre Sarri»

Mario Sconcerti presenta Napoli-Psg sul Corrriere della Sera: «La sensazione è che gli azzurri siano più vicini ad essere una grande squadra».

Sconcerti: «Napoli maturo, Ancelotti l’ha portato oltre Sarri»
Ancelotti a Parigi col figlio Davide (Ssc Napoli)

Il commento sul Corsera

Mario Sconcerti presenta la serata di Champions League sul Corriere della Sera. Il focus, ovviamente, è su Napoli e Inter. Per l’editorialista del quotidiano milanese, la squadra di Ancelotti è cambiata. In meglio. Leggiamo: «Oggi gli azzurri giocano forse meno bene dal punto di vista estetico rispetto a un anno fa, ma la sensazione è che siano più vicini ad essere una grande squadra. Il Napoli. Sembra credere di più in quel che vuole. Come per l’Inter, non c’è un salto chiaro nel gioco, piuttosto una crescita di certezze».

Per Sconcerti è una questione di maturità: «Il Napoli arriva pronto alla sua qualificazione più difficile. È da molti anni che flirta con lo spettacolo, Ancelotti lo sta portando non oltre Sarri, ma oltre la prima vera mentalità internazionale datagli da Benitez. È il tempo buono per inserirsi tra le rughe del vecchio calcio nobile e tornare nobili a nostra volta. Si può fare».

Il pezzo ricama anche sul match di San Siro tra Barcellona e Inter: «Spalletti aveva una squadra importante anche lo scorso anno, solo piena di doppioni e senza leader. Oggi Brozovic è uno dei migliori nel suo ruolo; Vecino lo ha seguito; deve ancora finire di arrivare Nainggolan, mentre si sta rivelando molto importante Politano. Oggi i nerazzurri sono una squadra compiuta, hanno avuto un’evoluzione nel gioco, sanno di avere il gol in canna e non è obbligatorio avere sempre geometrie esatte».

ilnapolista © riproduzione riservata