Per il CIES, Hysaj vale 55 milioni. Proviamo a capire perché

È il settimo terzino destro del mondo. Come funziona la compilazione delle classifiche “di mercato”: conta più l’età che il merito

Per il CIES, Hysaj vale 55 milioni. Proviamo a capire perché

L’ultimo report

Il CIES, osservatorio calcistico indipendente, ha aggiornato la sua graduatoria dei calciatori più costosi al mondo. C’è una divisione per ruoli: portieri, laterali bassi, difensori centrali, centrocampisti, attaccanti. C’è un solo calciatore del Napoli nelle varie top ten, ed è un insospettabile: Elseid Hysaj è il settimo terzino più costoso del mondo, secondo l’algoritmo del CIES il valore del suo cartellino è pari a 55 milioni di euro. Sotto, lo screen di tutte le classifiche:

Ruolo per ruolo

I tifosi del Napoli e noi analisti ci chiediamo come vengano compilate certe classifiche, com’è possibile che un calciatore non proprio vicinissimo al livello dei vari Insigne, Mertens, Fabian Ruiz, Callejon – i migliori elementi a disposizione di Ancelotti – possa avere una quotazione di mercato così alta. In realtà, una lettura meno superficiale delle graduatorie chiarisce subito i parametri di riferimento. Per dire: tra gli attaccanti, Cristiano Ronaldo non c’è. Nonostante sia ancora uno dei migliori calciatori del mondo, i suoi 33 anni incidono in maniera pesante sulla sua valutazione di mercato. Comprendere e assorbire questa dicitura “di mercato” è fondamentale, perché è un concetto che non si ferma ad un giudizio tecnico, ma esplora anche altre caratteristiche: il rapporto tra le qualità attuali e l’età, quindi i margini di miglioramento, il valore per una futura rivendita e le esperienze (già) maturate in carriera.

In questo momento, non ci sono molti terzini di 24 anni (Hysaj ne compirà 25 a febbraio) ad aver giocato tre volte la Champions League, ad aver disputato un Europeo, che possono contare 43 presenze con la sua nazionale – anche se di seconda-terza fascia come l’Albania. I giocatori che precedono Hysaj in questa classifica hanno caratteristiche simili: il primo, Alexander-Arnold, è stato protagonista di una cavalcata fino alla finale di Champions e ha giocato un Mondiale a 19 anni; il titolare dell’Inghilterra, Walker, è arrivato fino alla semifinale iridata.

Robertson, Alonso e Kimmich, esattamente come Cancelo, sono imprescindibili in club di prima fascia, lo spagnolo è un po’ più anziano (27 anni) ma è l’assoluto centro di gravità tattico del Chelsea di Sarri. Il nome più significativo, però, è quello di Odriozola: non è titolare nel Real Madrid, eppure vale già 48,2 milioni. Questione d’età, di margini di miglioramento enormi per un 22enne.

Oltre il puro talento

Come abbiamo visto, è un discorso che va oltre il puro talento. Le dinamiche da comprendere e interpretare, almeno per questo tipo di classificazioni, parlano una lingua diversa. Anche se Ancelotti sta mettendo in discussione la titolarità assoluta di Hysaj, il terzino del Napoli ha un profilo estremamente appetibile sul mercato. È un calciatore affidabile, ha maturato un’esperienza non comune tra i giocatori della sua età, ed anche se non ha avuto uno sviluppo coerente con le promesse – un vecchio cavallo di battaglia del Napolista – ha ancora tempo per imporsi ad altissimi livelli. Il CIES, evidentemente, la pensa proprio così. Fino a 55 milioni di euro.

 

ilnapolista © riproduzione riservata