Mancini: «Il Napoli ha dimostrato che si può attaccare bene anche senza centravanti»

Roberto Mancini presenta Polonia-Italia in conferenza stampa: «La sconfitta non sarebbe un dramma, il nostro obiettivo è l’Europeo».

Mancini: «Il Napoli ha dimostrato che si può attaccare bene anche senza centravanti»

In conferenza stampa

Roberto Mancini ha presentato il match di domani contro la Polonia in conferenza stampa: «Il nostro obiettivo è l’Europeo, in questo momento il Portogallo è più avanti ed è giustamente primo. Anche la Polonia ha qualcosa in più, ci sono giocatori di talento, non sarà una partita facile ma possiamo giocarcela bene. Ripeto, abbiamo gli Europei in testa, e arriveremo a quell’appuntamento con le idee chiare dopo aver trovato il giusto assetto».

Le voci sulla panchina di Mancini a rischio: «Ho iniziato questo percorso e il primo obiettivo sono i campionato d’Europa. Sto benissimo con chi c’è adesso in Figc ed è sempre stato tutto perfetto, quel che accadrà dopo non ci riguarda direttamente, noi lavoriamo sul campo. Un nuovo presidente? Quando sarà eletto, ci vedremo e sarà tutto normale».

Le scelte di formazione: «Un mese fa i giocatori non erano ancora al massimo della condizione e c’era anche il pericolo di infortuni giocando due gare ravvicinate. Ora la condizione è migliorata, e proveremo ad andare avanti con questi. Per vincere serve un centravanti che fa gol, ma vanno cercate anche altre soluzioni. Si può giocare anche con giocatori offensivi di movimento che si trovano in maniera perfetta, come è successo al Napoli».

Il peso di un’eventuale sconfitta: «Non sarebbe un dramma, la Nations League è stata creata per dare più importanza alle amichevoli. Noi cercheremo di vincere,  di migliorare come squadra. Ma non cambia assolutamente niente in vista dell’Europeo».

ilnapolista © riproduzione riservata