Insigne: «La nuova posizione mi piace molto, so di non aver reso al massimo contro la Juventus»

Lorenzo Insigne in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Liverpool: «Proveremo a mettere in difficoltà il Liverpool, le critiche fanno parte del gioco».

Insigne: «La nuova posizione mi piace molto, so di non aver reso al massimo contro la Juventus»

In conferenza stampa

Lorenzo Insigne in conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Liverpool: «Sono tranquillo, come il resto della squadra. Sarà una partita difficile, però giochiamo in casa e i tifosi ci daranno una grande spinta. La sfida è affascinante, cercheremo di mettere in difficoltà il Liverpool».

La nuova posizione: «Mi trovo benissimo, il mister mi ha proposto questa soluzione e io ho accettato. Ho sempre preferito giocare più vicino alla porta, merito del mister che ha avuto questa intuizione. Al di là della mia posizione in campo, io voglio dare il massimo per il Napoli, sacrificarmi per la squadra».

Le critiche del post-Juve: «Sono cose che fanno parte del nostro mestiere, io penso solo a lavorare giorno dopo giorno. A me non interessano le critiche, sono consapevole di non aver reso al massimo sabato. Detto questo, sono sereno e mi sono allenato per arrivare bene alla partita di domani».

Cosa manca a Insigne per diventare una stella internazionale: «Cinque anni fa ho esordito in Champions con un grande gol, proprio contro Klopp. Non so cosa mi manca per diventare una stella internazionale, in ogni caso cercherò di migliorare sempre di più».

Come cambia il gioco di Insigne con Milik e Mertens: «Non cambia molto, spesso il mister ci chiede di alternarci sulla trequarti e in avanti. Mi trovo bene sempre, quando ci sono Mertens o Milik, oppure Verdi come a Torino».

I giocatori del Liverpool e le notti di Champions ideali per Insigne: «Loro hanno attaccanti forti, ma il giocatore determinante è Firmino grazie al movimento tra le linee. Spero di fare una grande partita, di mettere in difficoltà il Liverpool in un girone davvero complicato».

ilnapolista © riproduzione riservata