Sergio Ramos: «Manca solo che Firmino dica di essersi raffreddato per il mio sudore»

Nega di aver fatto volontariamente male a Salah («È lui che mi aggancia il braccio») e ironizza sulla commozione cerebrale di Karius

Sergio Ramos: «Manca solo che Firmino dica di essersi raffreddato per il mio sudore»

La difesa

Sergio Ramos si difende dalle accuse. Dall’accusa di aver volontariamente messo ko Salah in finale di Champions, così come dall’accusa di aver provocato con una gomitata una commozione cerebrale al portiere del Liverpool Karius. Lo ha fatto nel corso di un programma spagnolo di Mediaset dedicato al Mondiale.

«È Salah ad agganciarmi il braccio»

«È stata detta una bufala sul mio fallo a Salah. Si vede chiaramente guardando l’azione, è lui per primo ad agganciarmi il braccio. Io cado dall’altro lato e lui si fa male l’altro braccio. Eppure continuano a ripetere che la mia sarebbe stata una mossa di judo. Ho parlato con Salah, sta benino. Se avesse fatto delle infiltrazioni, avrebbe potuto giocare il secondo tempo. A volte io l’ho fatto».

Ma le polemiche non si sono fermate a Salah. C’è anche il tema Karius su cui in realtà Ramos non si sofferma. Se la cava con una battuta: «Manca solo che Firmino dica di essersi raffreddato a causa di una goccia del mio sudore. Purtroppo quando sei al Real e vinci così tanto, il pubblico ti guarda in un altro modo»

ilnapolista © riproduzione riservata