Karius subì una commozione cerebrale dopo la gomitata di Ramos

Referto medico del Massachusetts General Hospital. Ha subito una disfunzione spazio-visiva. I tifosi del Liverpool chiedono la ripetizione della finale

Karius subì una commozione cerebrale dopo la gomitata di Ramos
Le lacrime di Karius a fine gara

Disfunzione visiva

Non sappiamo se sia la verità – per quanto possa esistere la verità – oppure una trovata per riabilitare l’immagine di Loris Karius il portiere del Liverpool protagonista di una sciagurata prestazione nella finale di Champions perduta contro il Real Madrid. Karius si porta sulla coscienza il primo e il terzo gol dei blancos.

In suo soccorso arriva un referto medico del Massachusetts General Hospital, referto pubblicato da Espn e che ha fatto il giro del mondo. Il referto porta la data di giovedì 31 maggio, cinque giorni dopo la finale. L’ospedale mette nero su bianco che “Karius ha subito una commozione cerebrale durante la partita, segnatamente nel primo tempo per una gomitata subita da Sergio Ramos (già protagonista del fallo che ha messo fuori uso Salah), questa commozione ha probabilmente provocato una disfunzione spazio-visiva che potrebbe aver influito sulla prestazione del portiere. Disfunzioni che tuttora permangono”.

Il portiere tedesco è stato poi visitato a Boston dallo specialista Ross Zafonte, un’autorità nella cura dei traumi dei giocatori di football americano della Nfl. Zafonte ha aggiunto che Karius sta migliorando ma che la situazione deve essere tenuta sotto controllo e bisogna utilizzare le dovute cautele prima del ritorno all’attività agonistica.

Alla luce di queste notizie, i tifosi del Liverpool stanno chiedendo – e si stanno organizzando per farlo ufficialmente – la ripetizione della partita.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Scirocco Notturno 5 giugno 2018, 12:19

    Ramos si sta avvicinando alla levatura di Chiellini.
    Ci vorrebbe una squalifica esemplare e postuma, in maniera da chiarire che in campo si va per giocare la palla, non per mettere KO gli avversari

Comments are closed.