Wenger: «La Superlega europea sarà presto inevitabile»

Un’intervista alla Bbc: «Se ci fossero in campo sempre le migliori squadre d’Europa, ogni settimana, gli stadi sarebbero sempre pieni».

Wenger: «La Superlega europea sarà presto inevitabile»

L’intervista alla Bbc

Da anni i tifosi dell’Arsenal sono contro di lui, ora Wenger è prossimo all’addio ma non perde la sua lucidità sul mondo del calcio. In un’intervista alla Bbc, il manager francese ha spiegato quale potrebbe – anzi, dovrebbe – essere la direzione delle istituzioni europee per il futuro di questo sport. Premessa: sono dichiarazioni che non faranno piacere ai romantici. Perché si parla di Superlega europea, e di declassamento dei tornei nazionali.

Leggiamo: «Tra qualche anno ci sarà sicuramente un campionato europeo nei week-end. È un passo inevitabile. Prima di tutto, dividere i soldi tra i grandi club e i club di piccole dimensioni diventerà un problema. Le società più grosse diranno: “se due club più piccoli giocano tra loro nessuno li vuole guardare, la gente vuole vedere qualità. Dobbiamo dividerci i soldi in maniera equa, ma nessuno in realtà è interessato a incontri tra squadre minori”. È una verità scomoda, ma la situazione è questa». In Inghilterra, da qualche tempo, le sei big stanno combattendo una battaglia per ridiscutere la suddivisione dei diritti televisivi destinati all’estero. Wenger lo sa, viene da dire.

Ma non è tutto: «Il campionato nazionale si giocherà sicuramente il martedì, il mercoledì. È una questione di richiesta del pubblico. C’è un contrasto perché se si guarda al numero di tifosi della Champions rispetto a quello della Premier, è sicuramente di altro livello. Ma se di fronte ci fossero sempre Real Madrid e Barcellona, ​​o Real Madrid e Arsenal, o Manchester United e Bayern Monaco, ogni settimana, gli stadi sarebbero sempre pieni». Per non parlare dell’audience televisiva. Wenger ci vede lungo, viene da dire/bis. Vedremo entro quanto tempo si concretizzerà questa sua (facile) profezia.

ilnapolista © riproduzione riservata