As: Neymar-Real Madrid, anche la Nike sembra voler contribuire all’affare del secolo

L’azienda americana sarebbe interessata a diventare il nuovo sponsor tecnico del Real Madrid: Neymar farebbe parte di un accordo già mostruoso dal punto di vista economico, dal valore superiore ai 100 milioni per stagione.

As: Neymar-Real Madrid, anche la Nike sembra voler contribuire all’affare del secolo

L’indiscrezione del quotidiano spagnolo

Il clamoroso affare Neymar-Real Madrid è più di una suggestione. Anzi, sembra aver assunto le sembianze di un desiderio in via di evoluzione, con il partito dei pro e dei contro. Nello schieramento a favore, sembra esserci anche la Nike. L’azienda americana, sponsor personale del fuoriclasse brasiliano e fornitrice tecnica del Psg, starebbe pensando ad un piano per diventare partner anche del Real Madrid. Spodestando dalla Casa Blanca i rivali di sempre dell’Adidas.

Il giornale spagnolo As ha raccontato i possibili sviluppi di un intreccio clamoroso, tra accordi commerciali e calciomercato Leggiamo: «La Nike starebbe pensando di partecipare in maniera attiva all’operazione Real Madrid-Neymar. L’idea dell’azienda sarebbe quella di entrare nelle grazie del club della capitale, che nel 2020 vedrà scadere l’accordo di fornitura tecnica con Adidas (valore: 40 milioni di euro l’anno). Secondo i documenti pubblicati durante l’inchiesta Football Leaks, le trattative per un nuovo accordo Adidas-Real Madrid avrebbero portato la sponsorizzazione tecnica ad un costo mostruoso (circa 1000 milioni di euro per dieci anni)».

L’eventuale nuovo contratto con la Nike sarebbe stipulato su cifre ancora superiori. E porterebbe in dote un “aiuto” economico per completare l’affare-Neymar, che avrebbe un costo di almeno 400 milioni di euro. As spiega che i tempi di questa incredibile operazione in crossover potrebbero essere ridottissimi, addirittura già quest’estate tutto potrebbe concludersi in maniera positiva. Del resto, scrivono dalla Spagna, i contratti di fornitura tecnica sono tutt’altro che blindati. I recenti casi Chelsea-Nike e Milan-Puma (nuovi accordi sottoscritti mentre quelli con Adidas erano ancora in corso di validità) sono un esempio in questo senso.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. e’vero… a che diamine servono i contratti? perché una grande azienda dovrebbe rispettarli?

    allora ha ragione quel deficiente di Younes

Comments are closed.