La probabile formazione: il Napoli scopre i ballottaggi tra i titolarissimi

La nostra idea sulla formazione di stasera, sui ballottaggi e sulle possibili scelte in vista del match di Europa League a Lipsia.

La probabile formazione: il Napoli scopre i ballottaggi tra i titolarissimi

Lipsia-Napoli, le ipotesi del Napolista

Una settimana dopo, rieccoci qua. Stessa situazione, stessi nomi, probabilmente stessa destinazione finale. Ovvero: una squadra rimaneggiata, magari però con un atteggiamento diverso rispetto alla partita. È quello che Sarri ha chiesto al suo gruppo nella conferenza stampa di ieri, imperniata su termini di rivalsa, rivincita, prestazione positiva e «la follia per pensare di poter ribaltare il risultato». Con una formazione simile, però. Perché toccherà ancora ai calciatori-alternativa, primi tra tutti i giovani Diawara, Rog e Ounas. Loro saranno sicuramente titolari, con Tonelli e Maggio. Mario Rui a sinistra, con Hysaj in panchina. E poi, dei ballottaggi inediti, tra i titolarissimi del campionato.

Reina – Sepe

Dovrebbe toccare di nuovo al portiere spagnolo, inserito nella formazione iniziale anche in occasione del match di andata. C’è sempre la possibilità che Sarri, alla fine, possa cambiare idea e possa rispolverare il 12esimo Sepe, finora abbastanza convincente quando è stato chiamato in causa. Vedremo come andrà, di certo si tratta di una scelta laterale rispetto alla costruzione del piano partita.

Callejon – Mertens

Con tutti gli altri slot praticamente certi, passiamo direttamente alla probabile formazione dell’attacco. Callejon e Mertens si giocano il posto da centravanti, perché Ounas agirà a destra e a sinistra toccherà a uno tra Insigne e Zielinski (ne parliamo sotto). Quindi, per noi lo spagnolo è in vantaggio. Anche a causa del fastidio alla caviglia che ieri ha stoppato l’allenamento di Mertens. Niente di grave, tutto rientrato, però le possibilità di vedere Callejon in campo – già alte prima della partita – sono ora più elevate. Tatticamente cambiano un po’ di cose, perché lo spagnolo è un centravanti da inserimento classico, un attaccante puro che legge gli spazi e offre meno varietà tecnica e di soluzioni rispetto a Mertens. Dipenderà da Sarri, dal modo in cui vorrà gestire l’approccio al gioco e l’apporto dei calciatori lungo il corso della gara.

Insigne – Hamsik

Nella grafica della probabile formazione, sopra, abbiamo provveduto a piazzare questo ballottaggio nel ruolo di Insigne. Ma, ovviamente, la scelta tra Lorenzo e Marek porterà a determinare la posizione iniziale di Zielinski. Secondo noi Insigne parte davanti, di pochissimo ma parte davanti. Anche per cambiare rispetto all’andata, per dare un segnale di “attaccamento” e “ardore” in più rispetto alla sfida del San Paolo. È anche una scelta tattica: Insigne offre una regia offensiva più avanzata e potenzialmente pericolosa di Zielinski-esterno, il Lipsia ha una difesa organizzata ma non proprio performante. Come dire: un tentativo per provare a ribaltare il doppio confronto può passare dalla qualità di Lorenzo. Sarebbe un modo per provarci.

ilnapolista © riproduzione riservata
  1. Invece ci hanno spiazzati…

Comments are closed.