I Blonde Redhead al Bellini, Servillo al San Carlo, Capodimonte per i bambini

Tre appuntamenti da non perdere in settimana: il gruppo indie nato a New York, “Eternapoli” ispirato a un romanzo di Montesano e la domenica per i piccoli al Bosco

I Blonde Redhead al Bellini, Servillo al San Carlo, Capodimonte per i bambini
I Blonde Redhead

Teatro Bellini

Spazio alla musica al Teatro Bellini. Che giovedì 15 febbraio, alle 21, ospita il live dei Blonde Redhead, band nata a New York nel 1993 e composta dai gemelli italo-americani Amedeo e Simone Pace e dalla cantante giapponese Kazu Makino. Il gruppo è uno dei punti fermi della scena indie internazionale, diventato popolarissimo agli inizi degli anni 2000 con gli album “Melody of Certain Damaged Lemons” e “Misery Is a Butterfly”. In venticinque anni di attività i Blonde Redhead hanno spaziato tra generi differenti, dal noise rock degli inizi fino all’elettronica, passando per il dream pop. Segno della grande duttilità stilistica di un gruppo sempre proiettato verso nuovi orizzonti musicali. “Siamo una band che cerca di andare sempre avanti – ha dichiarato Amedeo Pace, in un’intervista al Mattino dello scorso 4 febbraio – non torniamo indietro nel passato se non quando rivisitiamo alcune canzoni più vecchie. Penso che tutti sentano il bisogno di cambiare e andare avanti”. Info (http://www.teatrobellini.it/spettacoli/177/blonde-redhead

 

Teatro San Carlo

Toni Servillo torna al San Carlo. L’attore sarà tra protagonista al lirico napoletano, venerdì 16 febbraio (replica il sabato 17), con “Eternapoli”, spettacolo-concerto in prima assoluta per voci recitanti, orchestra e coro. La musica è firmata dal compositore bolognese Fabio Vacchi. Il testo è ispirato al romanzo “Di questa vita menzognera” dello scrittore Giuseppe Montesano (info http://www.feltrinellieditore.it/opera/opera/di-questa-vita-menzognera-1/).

“Tutto parte dalla passione lucida di Toni Servillo – spiega Montesano – quando era uscito Di questa vita menzognera si era innamorato del libro e ne aveva letto dei pezzi in pubblico. Per anni ci ha girato attorno. La cosa si era poi inabissata, come accade per molti progetti. Poi, qualche anno fa, mi chiamò per dirmi: “Che ne diresti se ricavassimo dal romanzo un’opera musicale, un melologo o un oratorio, una forma in cui si intreccino parole recitate e musica?”. Info  http://www.teatrosancarlo.it/it/spettacoli/eternapoli.html)

Museo e Real Bosco di Capodimonte 

Ambiente, patrimonio verde della città, ecologia e sostenibilità. Sono le parole chiave della terza edizione di “MeLe Progetto – Il Bosco delle Meraviglie: Capodimonte”, laboratorio di architettura per bimbi dai 5 agli 8 anni a cura dell’associazione Archipicchia!Architettura per Bambini e in programma fino al 17 giugno. L’iniziativa è promossa dal Museo e Real Bosco di Capodimonte e dalla onlus Amici di Capodimonte, con il sostegno dell’associazione Emiddio Mele.

Tema del secondo appuntamento, domenica 18 febbraio, (dalle 11 alle 12.30 al Museo e Real Bosco di Capodimonte) è “Il casino della Regina e delle Delizie”. I bambini – età consigliata 5 anni – sono chiamati a immaginarlo, a inventarlo e disegnarlo. Nel corso dell’ultimo appuntamento, invece, i bimbi realizzeranno insieme ai genitori un’istallazione artistica temporanea per il parco.Ingresso libero fino ad esaurimento posti. Prenotazione obbligatoria via mail a prenotazioni@amicidicapodimonte.org oppure al numero 081 7499147 (lun-ven, ore 10-16)

 

ilnapolista © riproduzione riservata