Rizzoli: «Mertens e Bernardeschi, il fallo di mani è zona grigia: da oggi sempre al Var»

Secondo il Mattino, Rizzoli non ha aveva le immagini dell’episodio di Cagliari, ma poi l’ha citato nella nuova indicazione “istituzionale” agli arbitri, “spinti” a servirsi della tecnologia.

Rizzoli: «Mertens e Bernardeschi, il fallo di mani è zona grigia: da oggi sempre al Var»

Altri resoconti

Ieri abbiamo pubblicato un resoconto “immediato” della conferenza stampa di Rizzoli e Rosetti dopo l’incontro sul Var con i tecnici di Serie A. La lettura dei giornali di oggi ci fornisce nuovi elementi di discussione, quello più interessante riguarda la nuova definizione del fallo di mani secondo i vertici arbitrali. Tutti i quotidiani riportano le nuove indicazioni del designatore in merito al comportamento da tenere in situazioni particolari. Ovviamente, il riferimento è ali episodi più recenti, Mertens a Crotone e Bernardeschi a Cagliari: «Entrambe le azioni sono in una zona grigia, vale a dire possono essere considerati punibili oppure no in base alla percezione avuta dall’arbitro».

Quindi, soluzione di buon senso: «È un’interpretazione che da sempre ci ha creato problemi come categoria, proprio perché è frutto di una valutazione soggettiva. Ecco perché, restando sempre nell’ambito del protocollo, questi episodi dovranno essere rivisti alla Var». La posizione più semplice. Ovvero: la tecnologia c’è, usiamola e almeno legittimiamo ulteriormente una decisione. Tanto, alla fine, le polemiche post ci saranno lo stesso, il Var non le ha eliminate del tutto.

C’è anche un piccolo caso “diplomatico” raccontato da Il Mattino: «Rizzoli ha mostrato le immagini riferite al caso di Crotone, con tanto di audio “interno” tra direttore di gara e arbitro Var. Per quanto riguarda l’episodio di Cagliari, il designatore ha spiegato che le immagini non c’erano. Nulla sarebbe cambiato, per carità, ma la “lezione” di Rizzoli e di Roberto Rosetti, supervisore del progetto sulla videoassistenza, sembra decisamente priva di qualche pagina interessante. Ma tant’è. Rizzoli fa riferimento all’episodio del Sant’Elia dicendo nelle dichiarazioni successive». Che vi abbiamo riportato sopra, tratte dalla Gazzetta. Insomma, la nuova indicazione è chiara: più Var per tutti, sempre. Sa anche un po’ di campagna elettorale, ci sta.

ilnapolista © riproduzione riservata